Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Negli archivi saviglianesi non si trovano tracce della presenza di notizie sulla Sacra Sindone in città e tantomeno ne scrive lo storiografo saviglianese Canonico Casimiro Turletti.
I Savoia, proprietari del Sacro Lenzuolo, probabilmente a causa di guerre e viaggi lo portavano appresso: anche a Savigliano?
Qui i Duchi soggiornavano per lunghi periodi nelle loro proprietà sotto la parrocchia di Sant’Andrea.
Chi passa nell’omonima via, tra la canonica della Collegiata e la ex casa Rinaldi, trova il vicolo Sant’Andrea chiuso da un portale con accesso ai giardini della parrocchia, sul quale è ben visibile l’affresco del Santo Sudario datato 1672. Nella cartolina una delle tante rappresentazioni della Sindone. 24 febbraio 2021.

Fonte: testo dell’articolo pubblicato su Il Saviglianese del 24 febbraio 2021.


Titolo originale: La sindone a Savigliano
Datazione: senza data
Archivio privato Mondino, pubblicato da Il Saviglianese in data 24/02/2021
Argomento: Religione e chiese