CERCA NEL SITO
Attenzione
Indica una categoria
Caricamento in corso...

Meo Capra poeta e pittore

Meo Capra poeta e pittore.

 

Cartolina edita dalla Tipografia Saviglianese di proprietà del poeta e pittore saviglianese Meo Capra che riproduce la Crosà Neira. Sul retro una quartina della poesia “Daré dla Crosà Neira”.

Vai alla scheda di dettaglio

Campioni della “Vita Nuova”

Campioni della Vita Nuova

Giocatori di bocce saviglianesi che furono premiati coma Campioni Italiani: Francesco Abbà, Giovanni Gerbaudo e Franco Gallino.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Le banche saviglianesi nel 1927

Le banche saviglianesi nel 1927

Sede della Banca Agricola Italiana in piazza Santa Rosa, palazzo Galateri.

Vai alla scheda di dettaglio

Momenti della 1ª Sagra del Grano

Sfilata dei trattori I sagra del grano, 1938, piazza Santarosa

La prima Sagra del Grano si tenne dal 14 al 22 agosto 1938 ed ebbe la visita inattesa del Re Vittorio Emanuele III e quella programmata di S.E. il Maresciallo d’Italia Pietro Badoglio. Nella foto si può vedere il passaggio dei trattori e dei carri allegorici in piazza Santa Rosa a chiusura della manifestazione.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 23/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Santa Rosa negli Anni 80

piazza Santa Rosa negli anni 80 del novecento.

La cartolina, spedita nel 1983, raffigura Piazza Santarosa, Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Le banche saviglianesi nel 1927

Le banche saviglianesi nel 1927

Sede della Banca Agricola Italiana in piazza Santa Rosa, palazzo Galateri.

Vai alla scheda di dettaglio

Momenti della 1ª Sagra del Grano

Sfilata dei trattori I sagra del grano, 1938, piazza Santarosa

La prima Sagra del Grano si tenne dal 14 al 22 agosto 1938 ed ebbe la visita inattesa del Re Vittorio Emanuele III e quella programmata di S.E. il Maresciallo d’Italia Pietro Badoglio. Nella foto si può vedere il passaggio dei trattori e dei carri allegorici in piazza Santa Rosa a chiusura della manifestazione.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 23/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Santa Rosa negli Anni 80

piazza Santa Rosa negli anni 80 del novecento.

La cartolina, spedita nel 1983, raffigura Piazza Santarosa, Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Convegno di studi: Musica e cultura nel ducato di Savoia nel Quattrocento

Immagine 2022-09-23 113433

Convegno di Studi organizzato dall’Università di Torino – Dipartimento Studi Umanistici e Storici.

Tra gli interventi si segnalano:

Luigi Provero, Una comunità e la sua élite: Savigliano nel Quattrocento;

Paolo Cozzo, Fra impegno pastorale e governo della Chiesa: Michele Beggiamo vescovo di Mondovì e arcivescovo di Torino;

Stefano Baldi, Presenze musicali a Savigliano nel Quattrocento;

Simone Bonicatto, Pittura a Savigliano e dintorni tra prima e seconda metà del Quattrocento.

Vai alla scheda di dettaglio

SEMINARIO DI STUDI SULLA CARTOGRAFIA STORICA PIEMONTESE

locandina

Ci sarà anche un po’ di Savigliano al Seminario di studi dedicato alla cartografia storica piemontese. Un interessante appuntamento alla scoperta di cabrei, vedute, catasti, un patrimonio “tecnico” di grande importanza per la ricerca storica e che conquista, per la cura nei dettagli e la bellezza del disegno.

Appuntamento per MARTEDI’ 14 GIUGNO 2022 a Torino, Archivio di Stato – sala conferenze, Piazzetta Mollino.

Ingresso libero fino a esaurimento posti nel rispetto delle norme antipandemiche in vigore.

Vai alla scheda di dettaglio

Convegno di studi: Musica e cultura nel ducato di Savoia nel Quattrocento

Immagine 2022-09-23 113433

Convegno di Studi organizzato dall’Università di Torino – Dipartimento Studi Umanistici e Storici.

Tra gli interventi si segnalano:

Luigi Provero, Una comunità e la sua élite: Savigliano nel Quattrocento;

Paolo Cozzo, Fra impegno pastorale e governo della Chiesa: Michele Beggiamo vescovo di Mondovì e arcivescovo di Torino;

Stefano Baldi, Presenze musicali a Savigliano nel Quattrocento;

Simone Bonicatto, Pittura a Savigliano e dintorni tra prima e seconda metà del Quattrocento.

Vai alla scheda di dettaglio

SEMINARIO DI STUDI SULLA CARTOGRAFIA STORICA PIEMONTESE

locandina

Ci sarà anche un po’ di Savigliano al Seminario di studi dedicato alla cartografia storica piemontese. Un interessante appuntamento alla scoperta di cabrei, vedute, catasti, un patrimonio “tecnico” di grande importanza per la ricerca storica e che conquista, per la cura nei dettagli e la bellezza del disegno.

Appuntamento per MARTEDI’ 14 GIUGNO 2022 a Torino, Archivio di Stato – sala conferenze, Piazzetta Mollino.

Ingresso libero fino a esaurimento posti nel rispetto delle norme antipandemiche in vigore.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Tempo di ferie, tempo di sagra…

Tempo di ferie tempo di sagra.

Padiglioni in piazza del Popolo della quinta Sagra del Grano a Savigliano nel 1944. Il programma prevedeva un raduno vespistico, eventi ciclistici ed altri eventi sportivi. Concerti serali con l’orchestra di Wolmer Beltrami, con la presentazione di Febo Conti.

Vai alla scheda di dettaglio

La cartofilia

Saluti da Savigliano

Cartolina della Serie “Saluti da Savigliano”, con una veduta della città dall’alto e l’attuale piazza del Popolo.

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano, arco di Piazza Vittorio Emanuele II.

Arco di Piazza Vittorio Emanuele II.

Nell’immagine sono visibili il chiosco, il distributore della Shell, l’edicola Bruno e l’arco di via Alfieri presso l’attuale Piazza del Popolo.

Vai alla scheda di dettaglio

Il mercato negli anni Sessanta

Il mercato di Savigliano negli anni Sessanta

Cartolina che raffigura il mercato in piazza del Popolo a Savigliano. E’ ancora visibile il vespasiano di epoca fascista poi demolito negli anni Novanta.

Vai alla scheda di dettaglio

UNA CITTA’ SUI BASTIONI. Tre video raccontano la storia di Piazza del Popolo a Savigliano

1 -Una città sui bastioni

In data 15 gennaio sarà bandito dall’Associazione CIVITAS, Consulta per la valorizzazione dei beni artistici e culturali di Savigliano, in collaborazione con il Comune di Savigliano, il concorso di idee “Piazza del popolo. Immagina Savigliano”. L’ Archivio Storico Città di Savigliano/Centro della Memoria ha realizzato tre video per raccontare la storia della piazza tramite filmati, fotografie d’epoca e documenti d’archivio. Li trovate su www.piazzadelpopolo.net o direttamente sul nostro canale youtube Centro della Memoria/Archivio Storico Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Tempo di ferie, tempo di sagra…

Tempo di ferie tempo di sagra.

Padiglioni in piazza del Popolo della quinta Sagra del Grano a Savigliano nel 1944. Il programma prevedeva un raduno vespistico, eventi ciclistici ed altri eventi sportivi. Concerti serali con l’orchestra di Wolmer Beltrami, con la presentazione di Febo Conti.

Vai alla scheda di dettaglio

La cartofilia

Saluti da Savigliano

Cartolina della Serie “Saluti da Savigliano”, con una veduta della città dall’alto e l’attuale piazza del Popolo.

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano, arco di Piazza Vittorio Emanuele II.

Arco di Piazza Vittorio Emanuele II.

Nell’immagine sono visibili il chiosco, il distributore della Shell, l’edicola Bruno e l’arco di via Alfieri presso l’attuale Piazza del Popolo.

Vai alla scheda di dettaglio

Il mercato negli anni Sessanta

Il mercato di Savigliano negli anni Sessanta

Cartolina che raffigura il mercato in piazza del Popolo a Savigliano. E’ ancora visibile il vespasiano di epoca fascista poi demolito negli anni Novanta.

Vai alla scheda di dettaglio

UNA CITTA’ SUI BASTIONI. Tre video raccontano la storia di Piazza del Popolo a Savigliano

1 -Una città sui bastioni

In data 15 gennaio sarà bandito dall’Associazione CIVITAS, Consulta per la valorizzazione dei beni artistici e culturali di Savigliano, in collaborazione con il Comune di Savigliano, il concorso di idee “Piazza del popolo. Immagina Savigliano”. L’ Archivio Storico Città di Savigliano/Centro della Memoria ha realizzato tre video per raccontare la storia della piazza tramite filmati, fotografie d’epoca e documenti d’archivio. Li trovate su www.piazzadelpopolo.net o direttamente sul nostro canale youtube Centro della Memoria/Archivio Storico Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

La Pieve

La Pieve

La chiesa della Pieve di Savigliano all’inizio del Novecento.

Vai alla scheda di dettaglio

PASTASCIUTTA ANTIFASCISTA

Savigliano, Pastasciutta antifascista 25 luglio 2022

Lunedì 25 luglio 2022 la sezione cittadina dell’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, in collaborazione con l’Associazione Voci Erranti Onlus e l’Archivio Storico/Centro della Memoria di Savigliano, organizza una “Pastasciutta antifascista”, al fine di ricordare, analogamente ad altre organizzate in tutta Italia, quel semplice piatto di pasta che la famiglia Cervi offrì per festeggiare la destituzione di Benito Mussolini.

Tutelare la memoria della Resistenza e creare occasioni di aggregazione sociale attorno ai principi cardine della nostra democrazia, questo è l’obiettivo che l’iniziativa intende perseguire, ricordando e rivivendo insieme un importante episodio di partecipazione popolare e spontanea.

L’evento, patrocinato dal Comune di Savigliano e sostenuto dalla Fondazione CRS, si terrà all’aperto, in piazza Turletti, dove, a partire dalle ore 20, avrà inizio la distribuzione GRATUITA di un piatto di pasta, come da tradizione, accompagnata da un bicchiere di vino e una fetta di anguria, a cura del Caffè Intervallo.

Sono previsti momenti di riflessione storica e di convivialità, con animazioni, letture e canti realizzati dall’Associazione Voci Erranti. Si precisa che, trattandosi di un evento spontaneo, chiunque abbia voglia di portare la chitarra e di “cantarne due” sarà il benvenuto. Idem per letture, narrazioni ecc.

SU PRENOTAZIONE (WHATSAPP O SMS) AI NUMERI 366.6815133 – 349.8321917 FINO AD ESAURIMENTO POSTI

 

Vai alla scheda di dettaglio

Tempo di mietitura

Tempo di mietitura

La trebbiatura del grano era un momento di convivialità per le famiglie contadine. Oltre alla manovalanza normale le famiglie ingaggiavano i “Giustan” che scendevano dai monti. In questa foto compaiono anche una macchina per la trebbiatura e il pagliaio.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Una veduta di Piazza Cavour

Veduta di Piazza Cavour

Veduta di Piazza Cavour, anticamente chiamata Piazza della Furia: sul lato nord sono presenti casa Gozellino, l’ufficio postale e il cinema Iride. Sullo sfondo i bagni pubblici di Battista Fissore.

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano, giardini pubblici

Savigliano Piazza Cavour con le antiche mura.

I giardini pubblici di piazza Cavour con una parte delle antiche mura.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Cavour

piazza cavour; scritta fascista; dottor Enrico Silva

Il dottor Enrico Silva con un amico sulla spianata di piazza Cavour in posa davanti a una delle scritte inneggianti alla
visita del Duce in Savigliano nel maggio del 1939. La foto risale agli anni ’40 del secolo scorso.

Vai alla scheda di dettaglio

Una veduta di Piazza Cavour

Veduta di Piazza Cavour

Veduta di Piazza Cavour, anticamente chiamata Piazza della Furia: sul lato nord sono presenti casa Gozellino, l’ufficio postale e il cinema Iride. Sullo sfondo i bagni pubblici di Battista Fissore.

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano, giardini pubblici

Savigliano Piazza Cavour con le antiche mura.

I giardini pubblici di piazza Cavour con una parte delle antiche mura.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Cavour

piazza cavour; scritta fascista; dottor Enrico Silva

Il dottor Enrico Silva con un amico sulla spianata di piazza Cavour in posa davanti a una delle scritte inneggianti alla
visita del Duce in Savigliano nel maggio del 1939. La foto risale agli anni ’40 del secolo scorso.

Vai alla scheda di dettaglio

Tempo di guerra

Quadro di Nino Pirlato.

Nella foto il quadro di  Nino Pirlato  collocato presso la cappella dell’Ospedale Militare di Savigliano a ricordo del bombardamento aereo inglese della notte tra l’11 e il 12 gennaio 1941.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

I Miseri

I Miseri

I Miseri erano un complesso musicale degli anni Sessanta formato da quattro saviglianesi: Alfredo Campi, Dodo Eandi, Gianni Canelli e Pino Supertino.

Vai alla scheda di dettaglio

Gino Bartali

Savigliano, il campione di ciclismo Gino Bartali nel 1953 in occasione della Sagra del Grano

Il grande campione di ciclismo Gino Bartali a Savigliano, attorniato da ammiratori , tra cui il giovane maestro Ansanelli, in occasione della Sagra del Grano del 1953.

Vai alla scheda di dettaglio

La banda di Savigliano

La banda di Savigliano

Foto di Gruppo che ritrae la Banda di Savigliano diretta dal maestro Francesco Dogliani. Il maestro Dogliani è stato direttore della Banda di Savigliano durante il ventennio fascista, questa foto, quindi, è databile circa tra gli anni ’20 e ’30 del secolo scorso.

Vai alla scheda di dettaglio

La Banda di Savigliano negli anni ’60

Tallone02

Foto di gruppo della banda di Savigliano con i Maestri Petiti ( sesto seduto a partire da sinistra) e Dogliani (settimo seduto a partire da Sinistra) a fine anni ’60 del novecento.

Vai alla scheda di dettaglio

Una passeggiata nella storia: la presenza ebraica a Savigliano

Giornata della memoria 2022: in questo video sul nostro canale YouTube una passeggiata per Savigliano alla scoperta della storia della presenza ebraica a Savigliano, dal tardo medioevo alle persecuzioni della Seconda Guerra Mondiale, realizzata l’anno scorso, in pieno lockdown, dalla direttrice dell’Archivio Storico Comunale. In collegamento gli studenti del Cravetta-Marconi e le prof.sse Cosentino, Catalano, Pistono e Lerda. Per eventuali approfondimenti si consiglia la lettura del saggio “Ebrei a Savigliano. Storia di un’antica presenza”, a cura di Silvia Olivero, pubblicato sul n.97 della rivista “Il presente e la storia” dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo.https://www.youtube.com/watch?v=ZuAH0Fv_P88

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano incontra la storia. Giornata della memoria e Giorno del ricordo 2022

Locandina per la giornata della memoria 2022
Vai alla scheda di dettaglio

L’omnibus in Piazza del Popolo

L'omnibus e i baracconi dei divertimenti in piazza del Popolo a Savigliano

In questa cartolina di Piazza del Popolo, in basso a destra è raffigurato l’ Omnibus, mezzo di trasporto pubblico nel secolo XIX. Davanti all’Ala si intravedono le strutture dei baracconi dei divertimenti.

Vai alla scheda di dettaglio

Pietro Pagliero

Ritratto di Pietro Pagliero

Ritratto di Pietro Pagliero. Nato a Savigliano nel 1878, migrò a Londra dopo il diploma in lingue straniere e fece fortuna nella ristorazione, ma non dimenticò mai Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

La Madonna del Rosario e la Compagnia

Celebrazioni per la Madonna del Rosario, Savigliano, 1903.

La cartolina del 4 ottobre 1903 è a ricordo del 115° Anniversario della seconda incoronazione presieduta dall’Arcivescovo di Torino card. Agostino Richelmy.

Vai alla scheda di dettaglio

Mario Torre ” Re Cit”

Mario Torre "Re Cit", Savigliano

Mario Torre è stato un noto personaggio saviglianese. Nacque a Savigliano nell’aprile del 1899. Come “ragazzo del 99” partecipò alla Prima guerra mondiale nel VI Battaglione Alpini “Bassano del Grappa”. Si costruì una casetta sulle rive del Maira ed un’altra sul Mellea, che battezzò “Tenuta San Remo”, luogo di aggregazione per numerosi saviglianesi che volevano gustare le fritture di pesce da lui pescato e cucinato.
Mario Torre morì nel 1984.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 17/11/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

IV novembre 1925

Celebrazioni per il IV novembre, 1925, Savigliano

La foto ritrae un gruppo di saviglianesi durante la celebrazione del IV Novembre, fu scattata nel 1925 nella Caserma C.C. in via Nicolosino (casa Caspon). Si riconoscono: il commissario prefettizio avv. Costanzo Gazzera, l’assessore anziano Pio, il cav. Vineis, l’avv. Balbiano segretario comunale, il direttore del dazio cav. Delluomodarme, i professori Bàccolo e Lora ed il comandante delle guardie Zanelli.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 3/11/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

L’Ospedale Militare

Soldati nell'Ospedale militare di Savigliano

La cartolina degli anni Venti ritrae un suggestivo angolo all’interno dell’ospedale militare con soldati ed ufficiali in posa.

Vai alla scheda di dettaglio

I nati nel 1874

I nati nel 1874 a Savigliano

I saviglianesi nati nel 1874  posano per la foto ricordo nel cortile delle scuole elementari. Si riconosce in seconda fila il futuro cavaliere Giuseppe Capra, amministratore comunale e di Opere Pie, per lungo tempo presidente dell’Istituto “Pro Pueritia”.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 20/10/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La peste a Savigliano nel 1630. Storia di un morbo contagioso

Fondazione Artea, Storie nella storia

“La peste a Savigliano nel 1630. Storia di un morbo contagioso” è l’episodio che apre la docuserie “Storie nella storia”, creata dalla fondazione Artea.
Attraverso immagini e documenti, Silvia Olivero, direttrice dell’Archivio Storico Città di Savigliano racconta di come la Città cercò di far fronte all’emergenza epidemica e quali furono le misure poste in atto. Ci fu anche allora un lockdown? Esistevano gel disinfettanti o vaccini? Quale era la distanza interpersonale da mantenere? E i lazzaretti, di manzoniana memoria, li allestirono anche a Savigliano?
Queste e tante altre curiosità nel video disponibile sul portale della Fondazione Artea al link
https://bit.ly/LapesteaSaviglianonel1630 .

Vai alla scheda di dettaglio

Edoardo Bàccolo

Edoardo Bàccolo, preside delle scuole elementari e intellettuale saviglianese.

Edoardo Bàccolo, ritratto in questa foto, nacque a Voghera nel 1870. Nominato direttore didattico delle Scuole Elementari si trasferì a Savigliano, dove conobbe e sposò la maestra Maria Biga e dalla loro unione venne al mondo Luigi, futuro scrittore, a cui è intitolata la Biblioteca comunale. Morì in Savigliano alla veneranda età di 92 anni.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 22/09/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Luigi Bàccolo

Luigi Bàccolo

Luigi Bàccolo nacque a Savigliano il 10 novembre 1913, fu un grande intellettuale anche fuori dai confini saviglianesi. Alla sua morte, avvenuta nel 1992, la moglie Elsa Giordano donò i suoi libri al Comune di Savigliano, che gli intitolò la Biblioteca civica. È tumulato nella tomba di famiglia in Savigliano.

Fonte: rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 31/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Il maestro Giuseppe Allasia

Maestro Giuseppe Allasia e la Leva del 1933

In questa foto è presente il Maestro Giuseppe Allasia di Savigliano con una delle sue numerose classi: la Leva del 1933.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 9/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La fanfara dei Lancieri di Milano

Fanfara del Lancieri di Milano nel 1905 a Savigliano.

In questa cartolina del 1905 è raffigurata la Fanfara dei “Lancieri di Milano”. Il Reggimento “Lancieri di Milano” venne istituito con Regio Decreto il 29 agosto 1859 con la denominazione “Cavalleggeri di Milano”. Nei primi anni del Novecento i “Lancieri di Milano” vennero di stanza a Savigliano nella Caserma di Cavalleria (già convento di San Domenico), in alternanza con altri Reggimenti.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 2/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Carlo Levi a Savigliano

Ritratto di Carlo Levi in visita a Savigliano nel 1956.

In questa foto è ritratto Carlo Levi, famoso autore di “Cristo si è fermato a Eboli”, a Savigliano. Nel 1965 ritornò nella nostra città, dove aveva prestato servizio di Leva presso l’Ospedale militare, per rivedere alcuni luoghi dove aveva vissuto. Ritrovò la casa dove era stato a pensione presso due sorelle che gli avevano messo a disposizione una camera per dipingere. Alcuni suoi quadri riprendono scorci della piana saviglianese.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 24/05/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

I Miseri

I Miseri

I Miseri erano un complesso musicale degli anni Sessanta formato da quattro saviglianesi: Alfredo Campi, Dodo Eandi, Gianni Canelli e Pino Supertino.

Vai alla scheda di dettaglio

Gino Bartali

Savigliano, il campione di ciclismo Gino Bartali nel 1953 in occasione della Sagra del Grano

Il grande campione di ciclismo Gino Bartali a Savigliano, attorniato da ammiratori , tra cui il giovane maestro Ansanelli, in occasione della Sagra del Grano del 1953.

Vai alla scheda di dettaglio

La banda di Savigliano

La banda di Savigliano

Foto di Gruppo che ritrae la Banda di Savigliano diretta dal maestro Francesco Dogliani. Il maestro Dogliani è stato direttore della Banda di Savigliano durante il ventennio fascista, questa foto, quindi, è databile circa tra gli anni ’20 e ’30 del secolo scorso.

Vai alla scheda di dettaglio

La Banda di Savigliano negli anni ’60

Tallone02

Foto di gruppo della banda di Savigliano con i Maestri Petiti ( sesto seduto a partire da sinistra) e Dogliani (settimo seduto a partire da Sinistra) a fine anni ’60 del novecento.

Vai alla scheda di dettaglio

Una passeggiata nella storia: la presenza ebraica a Savigliano

Giornata della memoria 2022: in questo video sul nostro canale YouTube una passeggiata per Savigliano alla scoperta della storia della presenza ebraica a Savigliano, dal tardo medioevo alle persecuzioni della Seconda Guerra Mondiale, realizzata l’anno scorso, in pieno lockdown, dalla direttrice dell’Archivio Storico Comunale. In collegamento gli studenti del Cravetta-Marconi e le prof.sse Cosentino, Catalano, Pistono e Lerda. Per eventuali approfondimenti si consiglia la lettura del saggio “Ebrei a Savigliano. Storia di un’antica presenza”, a cura di Silvia Olivero, pubblicato sul n.97 della rivista “Il presente e la storia” dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo.https://www.youtube.com/watch?v=ZuAH0Fv_P88

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano incontra la storia. Giornata della memoria e Giorno del ricordo 2022

Locandina per la giornata della memoria 2022
Vai alla scheda di dettaglio

L’omnibus in Piazza del Popolo

L'omnibus e i baracconi dei divertimenti in piazza del Popolo a Savigliano

In questa cartolina di Piazza del Popolo, in basso a destra è raffigurato l’ Omnibus, mezzo di trasporto pubblico nel secolo XIX. Davanti all’Ala si intravedono le strutture dei baracconi dei divertimenti.

Vai alla scheda di dettaglio

Pietro Pagliero

Ritratto di Pietro Pagliero

Ritratto di Pietro Pagliero. Nato a Savigliano nel 1878, migrò a Londra dopo il diploma in lingue straniere e fece fortuna nella ristorazione, ma non dimenticò mai Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

La Madonna del Rosario e la Compagnia

Celebrazioni per la Madonna del Rosario, Savigliano, 1903.

La cartolina del 4 ottobre 1903 è a ricordo del 115° Anniversario della seconda incoronazione presieduta dall’Arcivescovo di Torino card. Agostino Richelmy.

Vai alla scheda di dettaglio

Mario Torre ” Re Cit”

Mario Torre "Re Cit", Savigliano

Mario Torre è stato un noto personaggio saviglianese. Nacque a Savigliano nell’aprile del 1899. Come “ragazzo del 99” partecipò alla Prima guerra mondiale nel VI Battaglione Alpini “Bassano del Grappa”. Si costruì una casetta sulle rive del Maira ed un’altra sul Mellea, che battezzò “Tenuta San Remo”, luogo di aggregazione per numerosi saviglianesi che volevano gustare le fritture di pesce da lui pescato e cucinato.
Mario Torre morì nel 1984.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 17/11/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

IV novembre 1925

Celebrazioni per il IV novembre, 1925, Savigliano

La foto ritrae un gruppo di saviglianesi durante la celebrazione del IV Novembre, fu scattata nel 1925 nella Caserma C.C. in via Nicolosino (casa Caspon). Si riconoscono: il commissario prefettizio avv. Costanzo Gazzera, l’assessore anziano Pio, il cav. Vineis, l’avv. Balbiano segretario comunale, il direttore del dazio cav. Delluomodarme, i professori Bàccolo e Lora ed il comandante delle guardie Zanelli.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 3/11/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

L’Ospedale Militare

Soldati nell'Ospedale militare di Savigliano

La cartolina degli anni Venti ritrae un suggestivo angolo all’interno dell’ospedale militare con soldati ed ufficiali in posa.

Vai alla scheda di dettaglio

I nati nel 1874

I nati nel 1874 a Savigliano

I saviglianesi nati nel 1874  posano per la foto ricordo nel cortile delle scuole elementari. Si riconosce in seconda fila il futuro cavaliere Giuseppe Capra, amministratore comunale e di Opere Pie, per lungo tempo presidente dell’Istituto “Pro Pueritia”.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 20/10/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La peste a Savigliano nel 1630. Storia di un morbo contagioso

Fondazione Artea, Storie nella storia

“La peste a Savigliano nel 1630. Storia di un morbo contagioso” è l’episodio che apre la docuserie “Storie nella storia”, creata dalla fondazione Artea.
Attraverso immagini e documenti, Silvia Olivero, direttrice dell’Archivio Storico Città di Savigliano racconta di come la Città cercò di far fronte all’emergenza epidemica e quali furono le misure poste in atto. Ci fu anche allora un lockdown? Esistevano gel disinfettanti o vaccini? Quale era la distanza interpersonale da mantenere? E i lazzaretti, di manzoniana memoria, li allestirono anche a Savigliano?
Queste e tante altre curiosità nel video disponibile sul portale della Fondazione Artea al link
https://bit.ly/LapesteaSaviglianonel1630 .

Vai alla scheda di dettaglio

Edoardo Bàccolo

Edoardo Bàccolo, preside delle scuole elementari e intellettuale saviglianese.

Edoardo Bàccolo, ritratto in questa foto, nacque a Voghera nel 1870. Nominato direttore didattico delle Scuole Elementari si trasferì a Savigliano, dove conobbe e sposò la maestra Maria Biga e dalla loro unione venne al mondo Luigi, futuro scrittore, a cui è intitolata la Biblioteca comunale. Morì in Savigliano alla veneranda età di 92 anni.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 22/09/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Luigi Bàccolo

Luigi Bàccolo

Luigi Bàccolo nacque a Savigliano il 10 novembre 1913, fu un grande intellettuale anche fuori dai confini saviglianesi. Alla sua morte, avvenuta nel 1992, la moglie Elsa Giordano donò i suoi libri al Comune di Savigliano, che gli intitolò la Biblioteca civica. È tumulato nella tomba di famiglia in Savigliano.

Fonte: rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 31/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Il maestro Giuseppe Allasia

Maestro Giuseppe Allasia e la Leva del 1933

In questa foto è presente il Maestro Giuseppe Allasia di Savigliano con una delle sue numerose classi: la Leva del 1933.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 9/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La fanfara dei Lancieri di Milano

Fanfara del Lancieri di Milano nel 1905 a Savigliano.

In questa cartolina del 1905 è raffigurata la Fanfara dei “Lancieri di Milano”. Il Reggimento “Lancieri di Milano” venne istituito con Regio Decreto il 29 agosto 1859 con la denominazione “Cavalleggeri di Milano”. Nei primi anni del Novecento i “Lancieri di Milano” vennero di stanza a Savigliano nella Caserma di Cavalleria (già convento di San Domenico), in alternanza con altri Reggimenti.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 2/06/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Carlo Levi a Savigliano

Ritratto di Carlo Levi in visita a Savigliano nel 1956.

In questa foto è ritratto Carlo Levi, famoso autore di “Cristo si è fermato a Eboli”, a Savigliano. Nel 1965 ritornò nella nostra città, dove aveva prestato servizio di Leva presso l’Ospedale militare, per rivedere alcuni luoghi dove aveva vissuto. Ritrovò la casa dove era stato a pensione presso due sorelle che gli avevano messo a disposizione una camera per dipingere. Alcuni suoi quadri riprendono scorci della piana saviglianese.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 24/05/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Un saluto da Savigliano. Parrocchia di San Giovanni

Savigliano, antica chiesa di San Giovanni

La vecchia chiesa di San Giovanni, costruita nel XV secolo a sostituire l’antico edificio preesistente. Di fianco fu eretta nel 1911 la chiesa attuale più moderna.

Vai alla scheda di dettaglio

Saluti da Levaldigi

Levaldigi (Savigliano)

Via centrale di Levaldigi con Confraternita dello Spirito Santo.

Vai alla scheda di dettaglio

S. Giuliano (Savigliano) – Villa Cuttica di Cassine

Villa Cuttica di Cassine o Viancina nella regione di San Giuliano (Savigliano)

Veduta della villa detta anche Villa Viancina, committenti Eugenio Viancino di Viancino e Delfina Cuttica di Cassine.

Vai alla scheda di dettaglio

Officine di Savigliano – canale d’arrivo

Officine di Savigliano - canale d'arrivo

Una delle cartoline realizzate dal fotografo Federico Testa commissionate nel 1921 dalla Società Nazionale delle Officine di Savigliano, raffigurante il canale nel tratto di Via Alba verso la centrale idroelettrica.

Vai alla scheda di dettaglio

Foto di classe al Maresco

Savigliano, Maresco, scuola elementare

Alunni della scuola elementare del Maresco con la maestra Gullino di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

La “Piassa dle bestie”

La "Piassa dle bestie", oggi Piazza Schiaparelli, Savigliano

Il comune, vista l’esigenza di una piazza per il commercio del bestiame e di un nuovo mattatoio conforme a legge, ne stabilì l’edificazione in zona Gabusera. I lavori furono diretti dall’Ing. Saverio Cucinello.

In questa cartolina del 1936, l’anno dell’inaugurazione, si può vedere la piazza con lo spaccio della bassa macelleria con alle spalle il Consorzio Agrario, l’ingresso del mattatoio, la casa del guardiano e l’imponente silos.

Vai alla scheda di dettaglio

La festa degli alberi

Scolaresche riunite nell'attuale parco Graneris per la Festa degli alberi nel 1931.

La foto del 23 novembre 1931, ritrae le scolaresche saviglianesi radunate per la “Festa degli alberi” in un’irriconoscibile piazza d’Armi, nel punto in cui oggi sorge la Società Bocciofila Saviglianese.

Vai alla scheda di dettaglio

La “Piassa dle bestie”

La "Piassa dle bestie", oggi Piazza Schiaparelli, Savigliano

Il comune, vista l’esigenza di una piazza per il commercio del bestiame e di un nuovo mattatoio conforme a legge, ne stabilì l’edificazione in zona Gabusera. I lavori furono diretti dall’Ing. Saverio Cucinello.

In questa cartolina del 1936, l’anno dell’inaugurazione, si può vedere la piazza con lo spaccio della bassa macelleria con alle spalle il Consorzio Agrario, l’ingresso del mattatoio, la casa del guardiano e l’imponente silos.

Vai alla scheda di dettaglio

La festa degli alberi

Scolaresche riunite nell'attuale parco Graneris per la Festa degli alberi nel 1931.

La foto del 23 novembre 1931, ritrae le scolaresche saviglianesi radunate per la “Festa degli alberi” in un’irriconoscibile piazza d’Armi, nel punto in cui oggi sorge la Società Bocciofila Saviglianese.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Itinerario partigiano cittadino

Locandina dell'Itinerario partigiano cittadino del 23 aprile 2022

Il monumento alla Resistenza di Piazza Nizza, la lapide a ricordo degli scioperi alla Snos del marzo del ’43 e i luoghi in cui trovarono la morte due partigiani: saranno 4 le tappe percorse sabato 23 aprile nel corso di un itinerario didattico cittadino, curato dall’I.I.S. Arimondi-Eula e dall’Archivio Storico. La Resistenza a Savigliano sarà raccontata attraverso narrazioni storiche e letture.

La partenza è prevista per le ore 8.00 presso il Monumento alla Resistenza di Piazza Nizza. A finire, presso il giardino dell’acquedotto, ci sarà un canto collettivo in collaborazione con il coro ANA “R. Celoria”.

L’itinerario partigiano cittadino è aperto a tutti e ci si potrà unire alla passeggiata in qualunque tappa del percorso.

Vai alla scheda di dettaglio

Presentazione della donazione Giuseppe Allocco.

Layout 1

Giovedì 9 dicembre 2021 alle ore 21.00 presso il Centro Culturale Saviglianese in Piazza Nizza, Savigliano, si terrà l’evento organizzato dall’Archivio Storico Città di Savigliano in collaborazione con il Civico Istituto Musicale “G.B. Fergusio” Cartoline, montagne, musica e confini. Le passioni di un collezionista, in cui verrà presentata la  donazione Giuseppe Allocco, voluta da Marisa Chiavazza e dai famigliari di Giuseppe Allocco.

Interverranno Silvia Olivero, direttrice dell’Archivio Storico, Michelangelo Allocco, direttore del C. I. Musicale Fergusio, Andrea Pittavino “Aladar”, gestore del rifugio Pagarì e Paolo Trucco, presidente della Commissione paesaggio del comune di Savigliano.

L’ingresso è libero.
Super green pass obbligatorio.

Per informazioni rivolgersi all’Archivio Storico Città di Savigliano 0172 711240

Vai alla scheda di dettaglio

Itinerario partigiano cittadino

Locandina dell'Itinerario partigiano cittadino del 23 aprile 2022

Il monumento alla Resistenza di Piazza Nizza, la lapide a ricordo degli scioperi alla Snos del marzo del ’43 e i luoghi in cui trovarono la morte due partigiani: saranno 4 le tappe percorse sabato 23 aprile nel corso di un itinerario didattico cittadino, curato dall’I.I.S. Arimondi-Eula e dall’Archivio Storico. La Resistenza a Savigliano sarà raccontata attraverso narrazioni storiche e letture.

La partenza è prevista per le ore 8.00 presso il Monumento alla Resistenza di Piazza Nizza. A finire, presso il giardino dell’acquedotto, ci sarà un canto collettivo in collaborazione con il coro ANA “R. Celoria”.

L’itinerario partigiano cittadino è aperto a tutti e ci si potrà unire alla passeggiata in qualunque tappa del percorso.

Vai alla scheda di dettaglio

Presentazione della donazione Giuseppe Allocco.

Layout 1

Giovedì 9 dicembre 2021 alle ore 21.00 presso il Centro Culturale Saviglianese in Piazza Nizza, Savigliano, si terrà l’evento organizzato dall’Archivio Storico Città di Savigliano in collaborazione con il Civico Istituto Musicale “G.B. Fergusio” Cartoline, montagne, musica e confini. Le passioni di un collezionista, in cui verrà presentata la  donazione Giuseppe Allocco, voluta da Marisa Chiavazza e dai famigliari di Giuseppe Allocco.

Interverranno Silvia Olivero, direttrice dell’Archivio Storico, Michelangelo Allocco, direttore del C. I. Musicale Fergusio, Andrea Pittavino “Aladar”, gestore del rifugio Pagarì e Paolo Trucco, presidente della Commissione paesaggio del comune di Savigliano.

L’ingresso è libero.
Super green pass obbligatorio.

Per informazioni rivolgersi all’Archivio Storico Città di Savigliano 0172 711240

Vai alla scheda di dettaglio

La Banca di Savigliano

Foto della facciata della Banca di Savigliano. Anni '20.

Foto della facciata della Banca di Savigliano, fondata dal ragioniere Mario Martina il 1° gennaio 1920.

Vai alla scheda di dettaglio

La banda di Savigliano ai mondiali

Tallone01
Nel 1948 la banda di Savigliano, diretta dal Maestro Biga, si esibì allo stadio di Torino in occasione della partita Italia Inghilterra del Mondiali. Questa è una foto di gruppo della banda dentro lo stadio.
Vai alla scheda di dettaglio

La società delle artigiane

Savigliano, la società delle artigiane, 1930

Foto degli anni trenta del novecento di un gruppo di operaie della società delle artigiane a palazzo Taffini a Savigliano, allora sede delle Rosine, presso le quali si imparava l’arte del cucito.

Vai alla scheda di dettaglio

I netturbini della ditta Lazzaroni

Netturbini della ditta Lazzaroni di Savigliano

Foto dei primi anni 50 del novecento che ritrae un gruppo di netturbini saviglianesi della ditta Lazzaroni, in posa con il loro mezzi di lavoro davanti al monumento a Schiaparelli.

Vai alla scheda di dettaglio

Una città e un’emergenza sanitaria: Savigliano e la peste del 1630

Locandina della conferenza "Una città e un’emergenza sanitaria: Savigliano e la peste del 1630"

Sabato 22 Gennaio 2022, nell’ambito della Festa di San Sebastiano, si terrà presso il teatro Milanollo la conferenza “Una città e un’emergenza sanitaria: Savigliano e la peste del 1630”.

La conferenza, curata dalla direttrice dell’Archivio Storico Comunale Silvia Olivero, sarà dedicata alla ricostruzione di una pagina di storia oggi, purtroppo, ancora attuale: l’epidemia di peste che nel 1630 sconvolse Savigliano e gran parte del nord Italia.

Tramite la documentazione conservata nell’archivio storico comunale, si racconterà di come la comunità saviglianese di allora cercò di fare fronte al morbo contagioso e con quali rimedi si tentò di uscirne, tra lazzaretti, distanziamento sociale, un misterioso olio miracoloso fatto arrivare appositamente da Milano e vari intrugli disinfettanti, di cui,  nel corso della serata, saranno forniti gli ingredienti!

La sezione musicale verrà curata dai Treperte Ensemble con il concerto “RetròScena – dietro le quinte della musica!”. A seguire l’Associazione Turistica Pro Loco Savigliano offrirà un rinfresco.

L’appuntamento è alle ore 20.45 presso il Teatro Milanollo di Savigliano.

L’ingresso è libero, concesso ai soli possessori di Green Pass rafforzato, con obbligo di indossare la mascherina FFP2.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Auguri di Buone Feste

Auguri 2021

L’Archivio Storico augura a tutti voi Buone Feste e un felice anno nuovo!
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/centrodellamemoriasavigliano
Canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCZSh-4rZX9zzhUQGrG0MdEA

Vai alla scheda di dettaglio

INCONTRI RAVVICINATI IN ARCHIVIO

INCONTRI RAVVICINATI DEF)

A tu per tu con i documenti d’archivio!
Sei curioso/a di storia locale e avresti voglia di scartabellare tra la documentazione storica dell’archivio comunale, ma non sai da che parte iniziare?
Nelle prossime settimane saremo noi a proporti letture “archivistiche”, curiose e intriganti.
Dai un’occhiata al “menù” che da stasera pubblicheremo e prenota la tua consultazione (devi venire solo soletto/a e portarti la mascherina). L’ingresso è libero.

Vai alla scheda di dettaglio

AVVISO AGLI UTENTI

NUOVE MODALITA’ OPERATIVE DEL SERVIZIO ARCHIVIO STORICO COMUNALE A PARTIRE DAL 25 MAGGIO 2020

Si avvisano i signori utenti che, a partire da LUNEDI’ 25 MAGGIO 2020 e fino a nuove disposizioni, il servizio Archivio Storico seguirà le seguenti modalità operative:

  • la sala studio dell’archivio storico resterà chiusa al pubblico e pertanto non sarà possibile la consultazione diretta del materiale archivistico e librario conservato;
  • la ricerca inventariale da parte degli studiosi potrà avvenire esclusivamente tramite la base dati online presente sul portale dedicato centrodellamemoriasavigliano.it e sulla pagina dedicata all’archivio storico della pagina istituzionale www.comune.savigliano.cn.it;
  • il personale dell’archivio storico sarà a disposizione degli utenti telefonicamente o tramite email per qualsiasi chiarimento in merito all’utilizzo degli strumenti sopra citati, nonché per eventuali altre informazioni;
  • nel caso in cui l’utente avesse necessità di consultare singoli documenti specifici e individuabili in tempi brevi, potrà ricevere via email, a discrezione della direzione, copia dei documenti richiesti, tenuto conto dello stato di conservazione del materiale, del regolamento e tariffario vigenti e compatibilmente con le altre esigenze d’ufficio;
  • l’utente dovrà in tal caso indicare nella mail di richiesta le proprie generalità, il numero della carta d’identità, la segnatura archivistica dei documenti richiesti e infine l’oggetto e le motivazioni della sua ricerca;
  • la consulenza e l’assistenza allo studioso per le sue ricerche sarà svolta dal personale dell’archivio storico tramite telefono o email, compatibilmente con le altre esigenze d’ufficio;
  • le ricerche anagrafiche potranno continuare a essere richieste all’ufficio archivio storico tramite email e saranno svolte dal personale, previo pagamento dei costi previsti dal tariffario vigente.

PER INFORMAZIONI, RICHIESTE DOCUMENTI, RICERCHE ANAGRAFICHE

tel. 0172711240

email: archivo.storico@comune.savigliano.cn.it

 

Vai alla scheda di dettaglio

Auguri di Buone Feste

Auguri 2021

L’Archivio Storico augura a tutti voi Buone Feste e un felice anno nuovo!
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/centrodellamemoriasavigliano
Canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCZSh-4rZX9zzhUQGrG0MdEA

Vai alla scheda di dettaglio

INCONTRI RAVVICINATI IN ARCHIVIO

INCONTRI RAVVICINATI DEF)

A tu per tu con i documenti d’archivio!
Sei curioso/a di storia locale e avresti voglia di scartabellare tra la documentazione storica dell’archivio comunale, ma non sai da che parte iniziare?
Nelle prossime settimane saremo noi a proporti letture “archivistiche”, curiose e intriganti.
Dai un’occhiata al “menù” che da stasera pubblicheremo e prenota la tua consultazione (devi venire solo soletto/a e portarti la mascherina). L’ingresso è libero.

Vai alla scheda di dettaglio

AVVISO AGLI UTENTI

NUOVE MODALITA’ OPERATIVE DEL SERVIZIO ARCHIVIO STORICO COMUNALE A PARTIRE DAL 25 MAGGIO 2020

Si avvisano i signori utenti che, a partire da LUNEDI’ 25 MAGGIO 2020 e fino a nuove disposizioni, il servizio Archivio Storico seguirà le seguenti modalità operative:

  • la sala studio dell’archivio storico resterà chiusa al pubblico e pertanto non sarà possibile la consultazione diretta del materiale archivistico e librario conservato;
  • la ricerca inventariale da parte degli studiosi potrà avvenire esclusivamente tramite la base dati online presente sul portale dedicato centrodellamemoriasavigliano.it e sulla pagina dedicata all’archivio storico della pagina istituzionale www.comune.savigliano.cn.it;
  • il personale dell’archivio storico sarà a disposizione degli utenti telefonicamente o tramite email per qualsiasi chiarimento in merito all’utilizzo degli strumenti sopra citati, nonché per eventuali altre informazioni;
  • nel caso in cui l’utente avesse necessità di consultare singoli documenti specifici e individuabili in tempi brevi, potrà ricevere via email, a discrezione della direzione, copia dei documenti richiesti, tenuto conto dello stato di conservazione del materiale, del regolamento e tariffario vigenti e compatibilmente con le altre esigenze d’ufficio;
  • l’utente dovrà in tal caso indicare nella mail di richiesta le proprie generalità, il numero della carta d’identità, la segnatura archivistica dei documenti richiesti e infine l’oggetto e le motivazioni della sua ricerca;
  • la consulenza e l’assistenza allo studioso per le sue ricerche sarà svolta dal personale dell’archivio storico tramite telefono o email, compatibilmente con le altre esigenze d’ufficio;
  • le ricerche anagrafiche potranno continuare a essere richieste all’ufficio archivio storico tramite email e saranno svolte dal personale, previo pagamento dei costi previsti dal tariffario vigente.

PER INFORMAZIONI, RICHIESTE DOCUMENTI, RICERCHE ANAGRAFICHE

tel. 0172711240

email: archivo.storico@comune.savigliano.cn.it

 

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Conferenza “WANTED” a cura dell’Archivio Storico Comunale

loocandina wanted definitiva

Mercoledì 17 novembre, alle ore 15.30, a Savigliano presso il Centro incontro in Piazza Nizza, nell’ambito dei “Mercoledì dell’UNItre”, si terrà “Wanted”, una conferenza sui banditi e briganti che hanno “animato” la vita saviglianese nei secoli scorsi.

Saranno raccontate le vite avventurose e turbolente del famoso bandito Giacomo Conte, del Re Piccolo e di molti altri, ricostruite grazie alle carte dell’Archivio Storico Comunale.

L’ingresso è libero, con greenpass obbligatorio. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Cultura, 0172 710235.

Vai alla scheda di dettaglio

Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

locandina 4 novembre

Giovedì 4 novembre, alle ore 21, presso il Teatro Milanollo, in occasione della Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, l’Amministrazione Comunale conferirà la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto.

Durante la serata alcuni studenti dell’I.I.S Arimondi – Eula realizzeranno delle letture, tra queste ci saranno alcuni saluti di soldati Saviglianesi dal fronte. Sarà presente anche il complesso bandistico “Città di Savigliano”.

L’ingresso è libero.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Il 1821 in Mostra

Mostra sui Moti del 1821 a Savigliano

“Che sarà mai per noi il 1821? I moti per la libertà nell’Europa di Santarosa” la mostra sui Moti del 1821 curata dal Professor Gentile dell’Università di Torino, inaugurerà Domenica 24 ottobre presso Palazzo Muratori Cravetta.  L’esposizione ricostruisce storicamente quel periodo attraverso immagini, mappe, percorsi sonori e multimediali, con un’attenzione particolare alla figura di Santorre di Santarosa.

Ingresso gratuito. Sabato e domenica h. 10/18.30

Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Cultura di Savigliano. Tel 0172/370736.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Conferenza “WANTED” a cura dell’Archivio Storico Comunale

loocandina wanted definitiva

Mercoledì 17 novembre, alle ore 15.30, a Savigliano presso il Centro incontro in Piazza Nizza, nell’ambito dei “Mercoledì dell’UNItre”, si terrà “Wanted”, una conferenza sui banditi e briganti che hanno “animato” la vita saviglianese nei secoli scorsi.

Saranno raccontate le vite avventurose e turbolente del famoso bandito Giacomo Conte, del Re Piccolo e di molti altri, ricostruite grazie alle carte dell’Archivio Storico Comunale.

L’ingresso è libero, con greenpass obbligatorio. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Cultura, 0172 710235.

Vai alla scheda di dettaglio

Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

locandina 4 novembre

Giovedì 4 novembre, alle ore 21, presso il Teatro Milanollo, in occasione della Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, l’Amministrazione Comunale conferirà la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto.

Durante la serata alcuni studenti dell’I.I.S Arimondi – Eula realizzeranno delle letture, tra queste ci saranno alcuni saluti di soldati Saviglianesi dal fronte. Sarà presente anche il complesso bandistico “Città di Savigliano”.

L’ingresso è libero.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Il 1821 in Mostra

Mostra sui Moti del 1821 a Savigliano

“Che sarà mai per noi il 1821? I moti per la libertà nell’Europa di Santarosa” la mostra sui Moti del 1821 curata dal Professor Gentile dell’Università di Torino, inaugurerà Domenica 24 ottobre presso Palazzo Muratori Cravetta.  L’esposizione ricostruisce storicamente quel periodo attraverso immagini, mappe, percorsi sonori e multimediali, con un’attenzione particolare alla figura di Santorre di Santarosa.

Ingresso gratuito. Sabato e domenica h. 10/18.30

Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Cultura di Savigliano. Tel 0172/370736.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Ara della Vittoria e Scuole Elementari

Ara della Vittoria e Scuole elementari, Savigliano

Cartolina che rappresenta l’Ara della vittoria “Virtuti Victoria Sacrum” in primo piano e sullo sfondo lascia intravedere le Scuole Elementari “Santorre di Santa Rosa”.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione del post pubblicato dalla pagina  Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 14/12/2015. 

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Schiaparelli

Piazza Schiaparelli negli anni '80, Savigliano.

La cartolina ritrae Piazza Schiaparelli durante gli anni ’80, quando cambiò aspetto e divenne simile a come la conosciamo noi oggi. Si costruirono sul lato ovest, al posto delle strutture del periodo fascista in abbandono da anni, moderni condomini tra i quali i due palazzi di vetro.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione del post pubblicato dalla pagina  Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 23/01/2021. Nel post è segnalato che la fotografia più in alto è del signor A. Miretti.

Vai alla scheda di dettaglio

Il Caffè Inglese di Bartolomeo Scaraffia

Il Caffè Inglese, su piazza Vittorio Emanuele II, oggi Piazza del Popolo a Savigliano.

La fotografia mostra il Caffè Inglese agli inizi del ‘900. L’elegante bar di proprietà di Bartolomeo Scaraffia si affacciava su Piazza Vittorio Emanuele II, oggi Piazza del Popolo.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione del post pubblicato dalla pagina  Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 11/03/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Le auto della Carrozzeria Scioneri

Modello "NSU PRINZ" effettuato dalla Carrozzeria Scioneri di Savigliano.

La fotografia, del 1962, ritrae il modello di automobile “NSU PRINZ” che veniva realizzato dalla Carrozzeria Scioneri di Savigliano. La Carrozzeria, fondata nel 1943 da Antonio Scioneri, rimase in attività fino alla metà degli anni ’90.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione lasciata dal Signor R. Aria che ha condiviso questa immagine sul gruppo Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 23/01/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Corteo di associazioni durante il fascismo: i labari saviglianesi

Corteo con i nuovi stendardi fascisti "i labari" delle associazioni saviglianesi, Savigliano 1940

Il labaro è un vessillo con asta traversa e drappo quadrato, nota insegna costantiniana, ripreso durante il regime fascista per rappresentare le varie associazioni combattentistiche, industriali, commerciali ed artigianali. Nella fotografia del 19 febbraio 1940 nuovi labari delle associazioni locali vengono portati in corteo accompagnati dalle autorità civili e militari verso l’Ara della vittoria per essere benedetti dal cappellano militare.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 13/10/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La frazione di Suniglia

Suniglia, frazione di Savigliano. Cartolina del 1950

La cartolina del 1950 presenta quattro vedute della frazione di Savigliano, Suniglia, fotografate da Gino Caccia: in primo piano il castello dei Conti Galateri, la scuola, progettata dell’ingegner Jaffe negli anni ’30 e infine la chiesa, che è l’edificio più antico in cui troviamo un ciclo di affreschi cinquecenteschi, come si evince nell’ultimo riquadro della cartolina.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 6/10/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Le cartoline pubblicitarie di Ariaudo Lorenzo

Cartolina pubblicitaria della fabbrica di armoniche di Ariaudo Lorenzo a Savigliano

Questa cartolina è un esempio di pubblicità della fabbrica di armoniche saviglianese di Lorenzo Ariaudo del 1922. La fabbrica aveva sede in piazza Vittorio Emanuele II n. 16. 

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 29/09/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Ara della Vittoria e Scuole Elementari

Ara della Vittoria e Scuole elementari, Savigliano

Cartolina che rappresenta l’Ara della vittoria “Virtuti Victoria Sacrum” in primo piano e sullo sfondo lascia intravedere le Scuole Elementari “Santorre di Santa Rosa”.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione del post pubblicato dalla pagina  Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 14/12/2015. 

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Schiaparelli

Piazza Schiaparelli negli anni '80, Savigliano.

La cartolina ritrae Piazza Schiaparelli durante gli anni ’80, quando cambiò aspetto e divenne simile a come la conosciamo noi oggi. Si costruirono sul lato ovest, al posto delle strutture del periodo fascista in abbandono da anni, moderni condomini tra i quali i due palazzi di vetro.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione del post pubblicato dalla pagina  Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 23/01/2021. Nel post è segnalato che la fotografia più in alto è del signor A. Miretti.

Vai alla scheda di dettaglio

Il Caffè Inglese di Bartolomeo Scaraffia

Il Caffè Inglese, su piazza Vittorio Emanuele II, oggi Piazza del Popolo a Savigliano.

La fotografia mostra il Caffè Inglese agli inizi del ‘900. L’elegante bar di proprietà di Bartolomeo Scaraffia si affacciava su Piazza Vittorio Emanuele II, oggi Piazza del Popolo.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione del post pubblicato dalla pagina  Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 11/03/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Le auto della Carrozzeria Scioneri

Modello "NSU PRINZ" effettuato dalla Carrozzeria Scioneri di Savigliano.

La fotografia, del 1962, ritrae il modello di automobile “NSU PRINZ” che veniva realizzato dalla Carrozzeria Scioneri di Savigliano. La Carrozzeria, fondata nel 1943 da Antonio Scioneri, rimase in attività fino alla metà degli anni ’90.

Le informazioni in parte sono tratte dalla descrizione lasciata dal Signor R. Aria che ha condiviso questa immagine sul gruppo Facebook “Savigliano Sparita” , pubblicato in data 23/01/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Corteo di associazioni durante il fascismo: i labari saviglianesi

Corteo con i nuovi stendardi fascisti "i labari" delle associazioni saviglianesi, Savigliano 1940

Il labaro è un vessillo con asta traversa e drappo quadrato, nota insegna costantiniana, ripreso durante il regime fascista per rappresentare le varie associazioni combattentistiche, industriali, commerciali ed artigianali. Nella fotografia del 19 febbraio 1940 nuovi labari delle associazioni locali vengono portati in corteo accompagnati dalle autorità civili e militari verso l’Ara della vittoria per essere benedetti dal cappellano militare.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 13/10/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La frazione di Suniglia

Suniglia, frazione di Savigliano. Cartolina del 1950

La cartolina del 1950 presenta quattro vedute della frazione di Savigliano, Suniglia, fotografate da Gino Caccia: in primo piano il castello dei Conti Galateri, la scuola, progettata dell’ingegner Jaffe negli anni ’30 e infine la chiesa, che è l’edificio più antico in cui troviamo un ciclo di affreschi cinquecenteschi, come si evince nell’ultimo riquadro della cartolina.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 6/10/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Le cartoline pubblicitarie di Ariaudo Lorenzo

Cartolina pubblicitaria della fabbrica di armoniche di Ariaudo Lorenzo a Savigliano

Questa cartolina è un esempio di pubblicità della fabbrica di armoniche saviglianese di Lorenzo Ariaudo del 1922. La fabbrica aveva sede in piazza Vittorio Emanuele II n. 16. 

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 29/09/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Il fiume Macra

Il fiume Macra a Savigliano.

In questa cartolina degli inizi del Novecento e rappresentato il ponte sul Macra tra una rigogliosa vegetazione. Per i saviglianesi in tempo di ferie era abitudine riversarsi sulle rive di Macra e Mellea per la balneazione.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 15/09/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

La fondazione del gruppo ANA di Savigliano

La fondazione del gruppo ANA di Savigliano nel 1931.

La fotografia ricorda il giorno della fondazione del gruppo ANA di Savigliano nel 1931. Nella foto: in primo piano, accanto alla Piccola Italiana, Gaetano Toselli, Comandante la Sezione provinciale ANA; Clotilde Faramia ved. Luciano, madrina del Vessillo; al centro il Capitano Vincenzo Stevano, veterano di guerra per l’Indipendenza d’Italia, Mario Cantoni ed il futuro sindaco Giovanni Marino.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 8/09/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La caserma di cavalleria Principe Amedeo

La caserma di cavalleria
Principe Amedeo a Savigliano.

La cartolina è del 1902 ritrae alcuni militari sulla piazza della Caserma Principe Amedeo di Savigliano. (ex Convento di San Domenico).

Vai alla scheda di dettaglio

La fondazione del gruppo ANA di Savigliano

La fondazione del gruppo ANA di Savigliano nel 1931.

La fotografia ricorda il giorno della fondazione del gruppo ANA di Savigliano nel 1931. Nella foto: in primo piano, accanto alla Piccola Italiana, Gaetano Toselli, Comandante la Sezione provinciale ANA; Clotilde Faramia ved. Luciano, madrina del Vessillo; al centro il Capitano Vincenzo Stevano, veterano di guerra per l’Indipendenza d’Italia, Mario Cantoni ed il futuro sindaco Giovanni Marino.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 8/09/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La caserma di cavalleria Principe Amedeo

La caserma di cavalleria
Principe Amedeo a Savigliano.

La cartolina è del 1902 ritrae alcuni militari sulla piazza della Caserma Principe Amedeo di Savigliano. (ex Convento di San Domenico).

Vai alla scheda di dettaglio

Sagra del Grano: carro allegorico della “cuntrà d’la gabbia”

sagra del grano; carro allegorico; cuntrà d'la gabbia; via tapparelli

Il carro della “Cuntrà d’la gabbia” (via Tapparelli). La gabbia è sormontata da un grosso rapace e gremita di partecipanti. In primo piano si riconoscono Luigi Berardo (Vigin), Pino Abà, e Carlo Porrera.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 28/07/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

La piazza della Pietà

piazza della pietà; piazza Cesare Battisti

In questa cartolina della Pasqua del 1903 si possono ammirare la chiesa della Pietà con accanto la pasticceria di Ferdinando Bella ed in fronte la sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso e l’albergo d’Italia di Pietro Andreis.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 21/07/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

La vecchia “baraca” del gelato

baraca del gelato di piazza del popolo

La Baraca veja d’i gelatu in una foto degli anni ’20 che ritrae la titolare Angela Donetti davanti alla struttura.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

Piazza del popolo

Fotografia di Piazza del Popolo e del monumento al Generale Arimondi.

Vai alla scheda di dettaglio

Visita di Mussolini a Savigliano

Visita di mussolini

Per ulteriori approfondimenti sulla visita di visita di Benito Mussolini a Savigliano il 20 maggio 1939 vi invitiamo a visitare la pagina, che linkiamo qui, ospitata sul portale del Comune di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Re Vittorio Emanuele III in visita a Savigliano

Vittorio Emanuele III in visita a Savigliano

Fotografia della visita a Savigliano del re Vittorio Emanuele III durante la fiera del grano.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

Piazza del Popolo

In questa cartolina postale, spedita il 30 novembre 1966, si riflette uno spaccato della Savigliano di quegli anni.
Davanti all’Arco capeggia l’Istituto Bancario San Paolo di Torino, trasferitosi qui da Piazza Santarosa negli anni Cinquanta. L’edificio ospitava a inizio secolo il “Caffè del Commercio” di proprietà di Michele Gedda, produttore dell’omonimo “Amaro.” In primo piano, a sinistra l’orefice Alfredo Martorelli su una moto Guzzi.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II

Piazza Vittorio Emanuele II

Piazza Vittorio Emanuele II immortalata il 10 giugno 1940 mentre, attraverso gli altoparlanti collocati nella piazza, veniva diffuso via radio il discorso pronunciato da Mussolini in piazza Venezia a Roma.
In primo piano si notano le Giovani Italiane, i Balilla, gli Avanguardisti con cartelli inneggianti al Duce e le autorità fasciste attorniate dalla folla.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II in un giorno di mercato

rubricaIlSaviglianese0061

Di seguito, il testo dell’articolo pubblicato su Il Saviglianese dell’ 11 settembre 2019.
La stessa fotografia, scattata negli anni Trenta del Novecento, che ritrae Piazza Vittorio Emanuele II –  oggi Piazza del Popolo – in un giorno di mercato, comparve anche su Il Saviglianese citato nella scheda.

Nella Statistica della Provincia di Saluzzo compilata da Giovanni Eandi nel 1835 si evince che a Savigliano si teneva il mercato di venerdì. Così lo descrive: “Vi si contano ordinariamente 30 banchi di merciaiuoli, negozianti di tele e drappi di fabbricazione indigena esposti anche da alcuni ebrei o da negozianti dei vicini luoghi, 4 o 5 di vermicellai, 10 o 12 banchi di venditori di formaggi, 8 o 10 ortolani di Bra con erbe e ortaggi, 4 banchi di ogni specie di ferro e 2 di chioderia ad uso dell’agricoltura. È immensa la quantità di foglie di gelsi esposta a segno che la piazza ne è talvolta in gran parte ingombrata. Vi si vendono bachi da seta, gelsi, ontani, bossi e piante da frutta dei quali è ricco il territorio saviglianese…”.
Nel corso degli anni si aggiunse quello del martedì.
Ecco come si presentava il mercato nel 1921 in piazza Vittorio Emanuele II. Tra la gente, in primo piano, una signora con in braccio la sua neonata: è Bettina, la futura madre dello scrittore saviglianese Giancarlo Gili, che nel suo libro “Semplicemente Mamma” ne ripercorre la vita.

Vai alla scheda di dettaglio

La Sagra del Grano

1101.jpg

Nell’agosto del 1938 venne inaugurata la prima Sagra del Grano voluta da Mussolini. A causa della guerra la manifestazione venne sospesa e ripresa poi nel 1952 dal sindaco Marino. L’ultima sagra si tenne nel 1986.

Vai alla scheda di dettaglio

Parata militare in piazza Vittorio Emanuele II

1096.jpg

La foto presenta uno scorcio di piazza Vittorio Emanuele II durante la parata militare del Reggimento ”Lancieri Milano” per l’inaugurazione della bandiera. Era il 13 settembre 1903.

Vai alla scheda di dettaglio

Sagra del Grano ”Ballo dei bambini”

1081.jpg

Il 13 agosto 1953, durante la tradizionale Sagra, era programmato il ballo dei bambini con costumi a tema. Nella foto, le finaliste sfilavano davanti alla giuria, che assegnava il primo premio al miglior modello. Vinceva la capofila Mimi Monasterolo.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele. Esposizione del bestiame

1043.jpg

Fotografia di Piazza Vittorio Emanuele (ora Piazza del Popolo) durante un’esposizione di bestiame nel 1903

Vai alla scheda di dettaglio

Gruppo di amici a Savigliano

822.jpg

Francesco Gallo con alcuni amici in piazza a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Francesco Gallo

817.jpg

Francesco Gallo per le strade di Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

745.jpg

Stefano Albera (primo a sinistra) in Piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele II)

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

737.jpg

Ultimi proprietari della Baraca prima della demolizione

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

734.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

735.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

736.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

7311.jpg

Gelataia della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

732.jpg

Baraca del gelato – interno

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

733.jpg

Gelataio della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

728.jpg

Bambini alla Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

729.jpg

Gelataia della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

730.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

727.jpg

Bambino alla Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

XVII Sagra del Grano

6311.jpg

Veduta dell’ingresso dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

625.jpg

Il Maresciallo Pietro Badoglio in visita a Savigliano il 21 agosto 1938 in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

626.jpg

Bambini in costrume tradizionale presos i padiglioni della I Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

627.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni temporanei della Sagra del Grano in piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

622.jpg

Visita di alcuni prelati alla I Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

623.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni temporanei della Sagra del Grano in costruzione in piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

624.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni temporanei della Sagra del Grano in costruzione in piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

6211.jpg

Il Maresciallo Pietro Badoglio in visita a Savigliano il 21 agosto 1938 in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Visita di Umberto II

596.jpg

Visita di Umberto II, principe di Piemonte ed erede al trono, visita Savigliano con la famiglia e porta i propri omaggi all’altare della patria

Vai alla scheda di dettaglio

Visita del Maresciallo Badoglio

592.jpg

Il 14 agosto 1938 S.M. Vittorio Emanuele III inaugurava la 1ª Sagra del Grano. Il giorno successivo giungeva a Savigliano il Generale Pietro Badoglio per commemorare il nostro concittadino Giuseppe Edoardo Arimondi.
Questo il programma della giornata: ore 8.30 arrivo – ore 9.30 adunata delle Associazioni d’Arma e Reduci Campagna d’Africa alla Casa del Fascio e ricevimento delle autorità e rappresentanti dei convenuti – ore 10.30 omaggio al monumento dei Caduti in guerra, Messa al campo con accompagnamento di masse corali ed orchestrali, benedizione dei vessilli, glorificazione dell’eroico concittadino Generale Giuseppe Arimondi – ore 12 visita Sagra del Grano – ore 12.30 rancio-quota Lire 10 con diritto d’ingresso alla Fiera ed alla Mostra fauna etiopica. Eccolo in fotografia durante la visita alla Sagra in compagnia del podestà Annibale Galateri e del segretario politico Domenico Cantatore.

Fonte: testo dell’articolo pubblicato su Il Saviglianese del 20 maggio 2020

Vai alla scheda di dettaglio

Visita del Maresciallo Badoglio

589.jpg

Il Maresciallo Pietro Badoglio in visita a Savigliano in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Visita di Vittorio Emanuele III

582.jpg

Vittorio Emanuele III, re d’Italia, visita Savigliano in occasione dell’inaugurazione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione agricola

563.jpg

Manifestazione agricola in Piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele II) in epoca fascista

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione agricola

564.jpg

Manifestazione agricola in Piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele II) in epoca fascista

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

490.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

491.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

487.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

488.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

489.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

485.jpg

Ingresso ai padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

486.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

437.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

438.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

436.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

435.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

433.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

434.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

432.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione durante il Carnevale

413.jpg

Carro trainato da cavalli in piazza del Popolo

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo : cartolina

406.jpg

Cartolina di Savigliano con una veduta dall’alto di piazza del Popolo (anche denominata Vittorio Emanuele II)

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla : parata

384.jpg

Parata dell’Opera Nazionale Balilla in piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla : parata

385.jpg

Parata dell’Opera Nazionale Balilla in piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

367.jpg

Esercitazioni per un parata dei Figli della Lupa

Vai alla scheda di dettaglio

Signora che acquista i giornali

349.jpg
Vai alla scheda di dettaglio

XIX Sagra del Grano

337.jpg

Esposizione di mezzi agricoli in Piazza del Popolo in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

III Sagra del Grano

278.jpg

Padiglioni della Sagra del Grano con in vista i cartelloni pubblicitari del caffè Sicurtà e della Campari

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II

274.jpg

Cartolina spedita a Biella raffigurante piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano durante una manifestazione (presente anche ritaglio di una pubblicazione con l’immagine delle esercitazioni dei Vigili del Fuoco Saviglianesi in Piazza del Popolo nel 1932)

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II

275.jpg

Cartolina raffigurante piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

XVII Sagra del Grano

265.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Sagra del Grano di Savigliano

204.jpg

Veduta aerea dei padiglioni dei mezzi agricoli di una Sagra del Grano di Savigliano (cartelloni pubblicitari di SIVAM, Costruzioni meccaniche e agricole Pietro Bertoglio e Hanomag)

Vai alla scheda di dettaglio

VI Sagra del Grano

186.jpg

Cerimonia di apertura della gara di scherma duranta la Sagra del Grano – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

VI Sagra del Grano

184.jpg

Stand per la ristorazione all’interno della Sagra del Grano (presenti le pubblicità della dittà Origlia, della Campari, della Coras e degli Arimondini al Rhum della caffetteria-pasticceria Scaraffia)

Vai alla scheda di dettaglio

VI Sagra del Grano

180.jpg

Cerimonia inaugurale della VI sagra del grano (foto panoramica, in cui si notano le insegne della Lombardini e l’autovettura promozionale della Suistar)

Vai alla scheda di dettaglio

IV Sagra del Grano

176.jpg

Stand di diverse attività commerciali (fra gli altri aspirapolveri Tornado, Bosio rivenditore di elettrodmestici, gelati Besana) di Savigliano (all’interno dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

173.jpg

Autorità in visita alla VII Sagra del Grano presso il Molo di piazza del Popolo. Presenti il consigliere comunale Emilio Sidoli e il preside Antonino Olmo. Riconoscibili le insegne dei seguenti negozi: la cartolibreria della sorella Becchio, la merceria delle sorelle Olivero, emporio di vini e oli del sig. Daniele

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

174.jpg

Stand di una concessionaria di moto e altri stand all’interno dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

171.jpg

Mezzi agricoli in esposizione fra i padiglioni della VII Sagra del Grano. Presenti le pubblicità della Nuffield e della ditta Oberto – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

172.jpg

Mezzi agricoli in esposizione fra i padiglioni della VII Sagra del Grano. Presenti le pubblicità della Nuffield e della ditta Oberto – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

167.jpg

Giochi in Piazza del Popolo a Savigliano in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

159.jpg

Taglio del nastro nella ceminonia inaugurale – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

160.jpg

Cerimonia inaugurale della V sagra del grano

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

162.jpg

Stand del Consorzio Agrario Provinciale e dell’A.P.E – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

157.jpg

Giochi in piazza in occasione della Sagra del Grano – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

156.jpg

Coda per l’ingresso nei padiglioni allestiti per la Sagra del Grano – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Parata

153.jpg

Parata dei Balilla a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Parata

154.jpg

Parata delle Giovani Italiane a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Comizio a Savigliano

144.jpg

Comizio del Consiglio di Fabbrica della Fiat Ferroviaria di Savigliano (sigla sindacale: FLM)

Vai alla scheda di dettaglio

Manifesti de “L’unità”

112.jpg

Manifesti che ripercorrono la storia editoriale del giornale “L’Unità”

Vai alla scheda di dettaglio

Festeggiamenti per il carnevale

80.jpg

Veduta di piazza del Popolo (già piazza Vittorio Emanuele II) con carri del Carnevale

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano: processione di Pasqua

501.jpg

Statua del Cristo Risorto in processione in occasione della Tradizionale Processione di Pasqua organizzata dall’Arciconfraternita della Pietà

Vai alla scheda di dettaglio

Sagra del Grano di Savigliano

47.jpg

Sfilata di un carro allegorico con ragazze in abiti tradizionali e grandi spighe di grano

Vai alla scheda di dettaglio

La vecchia “baraca” del gelato

baraca del gelato di piazza del popolo

La Baraca veja d’i gelatu in una foto degli anni ’20 che ritrae la titolare Angela Donetti davanti alla struttura.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

Piazza del popolo

Fotografia di Piazza del Popolo e del monumento al Generale Arimondi.

Vai alla scheda di dettaglio

Visita di Mussolini a Savigliano

Visita di mussolini

Per ulteriori approfondimenti sulla visita di visita di Benito Mussolini a Savigliano il 20 maggio 1939 vi invitiamo a visitare la pagina, che linkiamo qui, ospitata sul portale del Comune di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Re Vittorio Emanuele III in visita a Savigliano

Vittorio Emanuele III in visita a Savigliano

Fotografia della visita a Savigliano del re Vittorio Emanuele III durante la fiera del grano.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

Piazza del Popolo

In questa cartolina postale, spedita il 30 novembre 1966, si riflette uno spaccato della Savigliano di quegli anni.
Davanti all’Arco capeggia l’Istituto Bancario San Paolo di Torino, trasferitosi qui da Piazza Santarosa negli anni Cinquanta. L’edificio ospitava a inizio secolo il “Caffè del Commercio” di proprietà di Michele Gedda, produttore dell’omonimo “Amaro.” In primo piano, a sinistra l’orefice Alfredo Martorelli su una moto Guzzi.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II

Piazza Vittorio Emanuele II

Piazza Vittorio Emanuele II immortalata il 10 giugno 1940 mentre, attraverso gli altoparlanti collocati nella piazza, veniva diffuso via radio il discorso pronunciato da Mussolini in piazza Venezia a Roma.
In primo piano si notano le Giovani Italiane, i Balilla, gli Avanguardisti con cartelli inneggianti al Duce e le autorità fasciste attorniate dalla folla.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II in un giorno di mercato

rubricaIlSaviglianese0061

Di seguito, il testo dell’articolo pubblicato su Il Saviglianese dell’ 11 settembre 2019.
La stessa fotografia, scattata negli anni Trenta del Novecento, che ritrae Piazza Vittorio Emanuele II –  oggi Piazza del Popolo – in un giorno di mercato, comparve anche su Il Saviglianese citato nella scheda.

Nella Statistica della Provincia di Saluzzo compilata da Giovanni Eandi nel 1835 si evince che a Savigliano si teneva il mercato di venerdì. Così lo descrive: “Vi si contano ordinariamente 30 banchi di merciaiuoli, negozianti di tele e drappi di fabbricazione indigena esposti anche da alcuni ebrei o da negozianti dei vicini luoghi, 4 o 5 di vermicellai, 10 o 12 banchi di venditori di formaggi, 8 o 10 ortolani di Bra con erbe e ortaggi, 4 banchi di ogni specie di ferro e 2 di chioderia ad uso dell’agricoltura. È immensa la quantità di foglie di gelsi esposta a segno che la piazza ne è talvolta in gran parte ingombrata. Vi si vendono bachi da seta, gelsi, ontani, bossi e piante da frutta dei quali è ricco il territorio saviglianese…”.
Nel corso degli anni si aggiunse quello del martedì.
Ecco come si presentava il mercato nel 1921 in piazza Vittorio Emanuele II. Tra la gente, in primo piano, una signora con in braccio la sua neonata: è Bettina, la futura madre dello scrittore saviglianese Giancarlo Gili, che nel suo libro “Semplicemente Mamma” ne ripercorre la vita.

Vai alla scheda di dettaglio

La Sagra del Grano

1101.jpg

Nell’agosto del 1938 venne inaugurata la prima Sagra del Grano voluta da Mussolini. A causa della guerra la manifestazione venne sospesa e ripresa poi nel 1952 dal sindaco Marino. L’ultima sagra si tenne nel 1986.

Vai alla scheda di dettaglio

Parata militare in piazza Vittorio Emanuele II

1096.jpg

La foto presenta uno scorcio di piazza Vittorio Emanuele II durante la parata militare del Reggimento ”Lancieri Milano” per l’inaugurazione della bandiera. Era il 13 settembre 1903.

Vai alla scheda di dettaglio

Sagra del Grano ”Ballo dei bambini”

1081.jpg

Il 13 agosto 1953, durante la tradizionale Sagra, era programmato il ballo dei bambini con costumi a tema. Nella foto, le finaliste sfilavano davanti alla giuria, che assegnava il primo premio al miglior modello. Vinceva la capofila Mimi Monasterolo.

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele. Esposizione del bestiame

1043.jpg

Fotografia di Piazza Vittorio Emanuele (ora Piazza del Popolo) durante un’esposizione di bestiame nel 1903

Vai alla scheda di dettaglio

Gruppo di amici a Savigliano

822.jpg

Francesco Gallo con alcuni amici in piazza a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Francesco Gallo

817.jpg

Francesco Gallo per le strade di Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

745.jpg

Stefano Albera (primo a sinistra) in Piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele II)

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

737.jpg

Ultimi proprietari della Baraca prima della demolizione

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

734.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

735.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

736.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

7311.jpg

Gelataia della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

732.jpg

Baraca del gelato – interno

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

733.jpg

Gelataio della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

728.jpg

Bambini alla Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

729.jpg

Gelataia della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

730.jpg

Gelatai della Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano – “Baraca” del gelato

727.jpg

Bambino alla Baraca del gelato

Vai alla scheda di dettaglio

XVII Sagra del Grano

6311.jpg

Veduta dell’ingresso dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

625.jpg

Il Maresciallo Pietro Badoglio in visita a Savigliano il 21 agosto 1938 in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

626.jpg

Bambini in costrume tradizionale presos i padiglioni della I Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

627.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni temporanei della Sagra del Grano in piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

622.jpg

Visita di alcuni prelati alla I Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

623.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni temporanei della Sagra del Grano in costruzione in piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

624.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni temporanei della Sagra del Grano in costruzione in piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

6211.jpg

Il Maresciallo Pietro Badoglio in visita a Savigliano il 21 agosto 1938 in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Visita di Umberto II

596.jpg

Visita di Umberto II, principe di Piemonte ed erede al trono, visita Savigliano con la famiglia e porta i propri omaggi all’altare della patria

Vai alla scheda di dettaglio

Visita del Maresciallo Badoglio

592.jpg

Il 14 agosto 1938 S.M. Vittorio Emanuele III inaugurava la 1ª Sagra del Grano. Il giorno successivo giungeva a Savigliano il Generale Pietro Badoglio per commemorare il nostro concittadino Giuseppe Edoardo Arimondi.
Questo il programma della giornata: ore 8.30 arrivo – ore 9.30 adunata delle Associazioni d’Arma e Reduci Campagna d’Africa alla Casa del Fascio e ricevimento delle autorità e rappresentanti dei convenuti – ore 10.30 omaggio al monumento dei Caduti in guerra, Messa al campo con accompagnamento di masse corali ed orchestrali, benedizione dei vessilli, glorificazione dell’eroico concittadino Generale Giuseppe Arimondi – ore 12 visita Sagra del Grano – ore 12.30 rancio-quota Lire 10 con diritto d’ingresso alla Fiera ed alla Mostra fauna etiopica. Eccolo in fotografia durante la visita alla Sagra in compagnia del podestà Annibale Galateri e del segretario politico Domenico Cantatore.

Fonte: testo dell’articolo pubblicato su Il Saviglianese del 20 maggio 2020

Vai alla scheda di dettaglio

Visita del Maresciallo Badoglio

589.jpg

Il Maresciallo Pietro Badoglio in visita a Savigliano in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Visita di Vittorio Emanuele III

582.jpg

Vittorio Emanuele III, re d’Italia, visita Savigliano in occasione dell’inaugurazione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione agricola

563.jpg

Manifestazione agricola in Piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele II) in epoca fascista

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione agricola

564.jpg

Manifestazione agricola in Piazza del Popolo (piazza Vittorio Emanuele II) in epoca fascista

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

490.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

491.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

487.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

488.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

489.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

485.jpg

Ingresso ai padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

I Sagra del Grano

486.jpg

Padiglioni costruiti in Piazza del Popolo in occasione della I Sagra del Grano di Savigliano, inaugurata il 14 agosto 1938 dal re Vittorio Emanuele III e visitato il 21 agosto dal Maresciallo Pietro Badoglio e promossa con l’intento di “valorizzare la produzione del fertilissimo agro saviglianese e far conoscere le possibilità di sviluppo commerciale e industriale della città di Savigliano” (fonte: link)

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

437.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

438.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

436.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

435.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

433.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

434.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

432.jpg

Manifestazione di regime durante la Seconda Guerra Mondiale in piazza del Popolo (oggi piazza Vittorio Emanuele II) a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione durante il Carnevale

413.jpg

Carro trainato da cavalli in piazza del Popolo

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo : cartolina

406.jpg

Cartolina di Savigliano con una veduta dall’alto di piazza del Popolo (anche denominata Vittorio Emanuele II)

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla : parata

384.jpg

Parata dell’Opera Nazionale Balilla in piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla : parata

385.jpg

Parata dell’Opera Nazionale Balilla in piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

367.jpg

Esercitazioni per un parata dei Figli della Lupa

Vai alla scheda di dettaglio

Signora che acquista i giornali

349.jpg
Vai alla scheda di dettaglio

XIX Sagra del Grano

337.jpg

Esposizione di mezzi agricoli in Piazza del Popolo in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

III Sagra del Grano

278.jpg

Padiglioni della Sagra del Grano con in vista i cartelloni pubblicitari del caffè Sicurtà e della Campari

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II

274.jpg

Cartolina spedita a Biella raffigurante piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano durante una manifestazione (presente anche ritaglio di una pubblicazione con l’immagine delle esercitazioni dei Vigili del Fuoco Saviglianesi in Piazza del Popolo nel 1932)

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza Vittorio Emanuele II

275.jpg

Cartolina raffigurante piazza Vittorio Emanuele II a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

XVII Sagra del Grano

265.jpg

Veduta dall’alto dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

Sagra del Grano di Savigliano

204.jpg

Veduta aerea dei padiglioni dei mezzi agricoli di una Sagra del Grano di Savigliano (cartelloni pubblicitari di SIVAM, Costruzioni meccaniche e agricole Pietro Bertoglio e Hanomag)

Vai alla scheda di dettaglio

VI Sagra del Grano

186.jpg

Cerimonia di apertura della gara di scherma duranta la Sagra del Grano – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

VI Sagra del Grano

184.jpg

Stand per la ristorazione all’interno della Sagra del Grano (presenti le pubblicità della dittà Origlia, della Campari, della Coras e degli Arimondini al Rhum della caffetteria-pasticceria Scaraffia)

Vai alla scheda di dettaglio

VI Sagra del Grano

180.jpg

Cerimonia inaugurale della VI sagra del grano (foto panoramica, in cui si notano le insegne della Lombardini e l’autovettura promozionale della Suistar)

Vai alla scheda di dettaglio

IV Sagra del Grano

176.jpg

Stand di diverse attività commerciali (fra gli altri aspirapolveri Tornado, Bosio rivenditore di elettrodmestici, gelati Besana) di Savigliano (all’interno dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

173.jpg

Autorità in visita alla VII Sagra del Grano presso il Molo di piazza del Popolo. Presenti il consigliere comunale Emilio Sidoli e il preside Antonino Olmo. Riconoscibili le insegne dei seguenti negozi: la cartolibreria della sorella Becchio, la merceria delle sorelle Olivero, emporio di vini e oli del sig. Daniele

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

174.jpg

Stand di una concessionaria di moto e altri stand all’interno dei padiglioni della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

171.jpg

Mezzi agricoli in esposizione fra i padiglioni della VII Sagra del Grano. Presenti le pubblicità della Nuffield e della ditta Oberto – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

172.jpg

Mezzi agricoli in esposizione fra i padiglioni della VII Sagra del Grano. Presenti le pubblicità della Nuffield e della ditta Oberto – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

VII Sagra del Grano

167.jpg

Giochi in Piazza del Popolo a Savigliano in occasione della Sagra del Grano

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

159.jpg

Taglio del nastro nella ceminonia inaugurale – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

160.jpg

Cerimonia inaugurale della V sagra del grano

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

162.jpg

Stand del Consorzio Agrario Provinciale e dell’A.P.E – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

157.jpg

Giochi in piazza in occasione della Sagra del Grano – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

V Sagra del Grano

156.jpg

Coda per l’ingresso nei padiglioni allestiti per la Sagra del Grano – Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Parata

153.jpg

Parata dei Balilla a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Parata

154.jpg

Parata delle Giovani Italiane a Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Comizio a Savigliano

144.jpg

Comizio del Consiglio di Fabbrica della Fiat Ferroviaria di Savigliano (sigla sindacale: FLM)

Vai alla scheda di dettaglio

Manifesti de “L’unità”

112.jpg

Manifesti che ripercorrono la storia editoriale del giornale “L’Unità”

Vai alla scheda di dettaglio

Festeggiamenti per il carnevale

80.jpg

Veduta di piazza del Popolo (già piazza Vittorio Emanuele II) con carri del Carnevale

Vai alla scheda di dettaglio

Savigliano: processione di Pasqua

501.jpg

Statua del Cristo Risorto in processione in occasione della Tradizionale Processione di Pasqua organizzata dall’Arciconfraternita della Pietà

Vai alla scheda di dettaglio

Sagra del Grano di Savigliano

47.jpg

Sfilata di un carro allegorico con ragazze in abiti tradizionali e grandi spighe di grano

Vai alla scheda di dettaglio

L’Ara della Vittoria

ara della vittoria

In questa cartolina del 1933 si nota che l’Ara della Vittoria è priva del monumento ai Caduti. Monumento sarà spostato da piazza Cesare Battisti nel 1934.

 

Vai alla scheda di dettaglio

I “Maghi”

I "Maghi" della Saviglianese durante il compionato del 1951-52

Fotografia della squadra dei “Maghi” durante il campionato del 1951-52, che li ha visti vittoriosi. La squadra era composta da soli giocatori saviglianesi: in alto il Commendatore Stefano Allocco, presidente tuttofare, accanto Mazzone, Frossasco, Barale, il dirigente Reposi, Siccardi, Supertino, il massaggiatore Cavallo, Perlo e Giolitti; accovacciati Cassina, Gili, Givo, Quaglia, Lotario e Cappello.

Il testo è stato rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 19/05/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

L’ultimo tratto di corso Vittorio Veneto

L'ultimo tratto di Corso Vittorio Veneto a Savigliano nel 1929

L’ultimo tratto di Corso Vittorio Veneto a Savigliano, rappresentato in una cartolina del 1929.

Vai alla scheda di dettaglio

Operai della S.N.O.S.

Operai della S.N.O.S. di Savigliano

Una foto storica di operai della Snos.

Vai alla scheda di dettaglio

La Crosà Neira

Facciata della Crosa Neira a Savigliano

Facciata della chiesa della Confraternita della Misericordia e di San Giovanni Decollato, conosciuta dai saviglianesi come “Crosà Neira”, prima del tentativo di demolizione del 1984.

Vai alla scheda di dettaglio

Il Conte Filippo Saraceno

Ritratto del Conte Filippo Saraceno

Ritratto di Filippo Saraceno di Tor di Bormida e Bergolo nacque a Torino nel 1831. Fu un uomo di grande cultura, autore di scritti e saggi storici, diede alle stampe una biografia del cugino Pietro di Santa Rosa. Trascorreva periodi di studio e di riposo nella sua tenuta del “Bosco del Ghè” in San Salvatore, dove morì nel 1893. La sua salma riposa nella cappella di famiglia nel cimitero del piccolo borgo di San Salvatore.

Il testo è rielaborato dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 14/04/2021.

Vai alla scheda di dettaglio

Il chiostro Benedettino di San Pietro

Il Chiostro benedettino di San Pietro

Il chiostro dell’ex convento benedettino di San Pietro a Savigliano in una cartolina risalente al 1925.

Vai alla scheda di dettaglio

La stella della Mole, impronta degli operai della SNOS di Savigliano.

foto per portale

Con l’ausilio di vecchi filmati, fotografie e testimonianze sarà ricostruita la storia di un oggetto misterioso e affascinante, più volte distrutto e ricostruito, la cui ultima “incarnazione” è frutto di una tradizione industriale che ha segnato profondamente la città di Savigliano e che è stata motivo di orgoglio per molte generazioni.

Vai alla scheda di dettaglio

GREEN PASS – AVVISO AGLI UTENTI

greeen pass avviso
Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

#SAVIGLIANO1MAGGIO2020

AGRICOLTURA

#SAVIGLIANO1MAGGIO2020

In occasione del primo maggio, si ripropone la lettura del numero del tabloid La Città Ritrovata (uscito in otto numeri nel 2006) dedicato all’agricoltura a Savigliano.

All’interno i seguenti articoli: Se la Città ritrova la campagna (Federico Faloppa) / La vita in campagna negli anni Cinquanta (Giuseppe Trabucco) /  Le bucoliche del Morré (Benedetta Botta) / Che giornata! (Giuseppe Perottino) / La Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola (Lorena Ribero) / La Casa Della Beffa (Adelaide Gullino) / Quando a Savigliano si batteva la canapa (Pieraldo Fiorito) /Savigliano e la bachicoltura (redazione) / Dove sono i fontanili? (Giancarlo Gili) / Pan e nus: mangé da spos (Liliana Cimiero); Latte? Andiamo dal distributore (Mario Gianoglio); Trasloco? Fuma San Martin! (Alessandra Giuffra e Giuseppe Perottino); Heidi? Ha 25 anni e vive a Savigliano (Adelaide Gullino) / Le masche e la meliga di San Salvatore (Maria Bossolasco).

PDF SCARICABILE nella sezione download/La Città Ritrovata

oppure al link

http://www.centrodellamemoriasavigliano.it/la-citta-ritrovata-campagna-e-agricoltura-2/

 

Vai alla scheda di dettaglio

#Savigliano25aprile2020

immagine evidenza def

#25aprileSavigliano2020
Lettere e diari a portata di clic!
Nel PDF allegato qui sotto sono stati raccolti e organizzati graficamente i 10 post pubblicati sulla nostra pagina Facebook nella giornata del 25 aprile.
Un grande ringraziamento alle famiglie Bertola, Brugiafreddo, Ghione e Tallone per aver voluto lasciare in archivio storico questa importante memoria famigliare.

Vai alla scheda di dettaglio

Lettere e diari

immagine evidenza def

#25aprileSavigliano2020
Lettere e diari a portata di clic!
Nel PDF allegato qui sotto sono stati raccolti e organizzati graficamente i 10 post pubblicati sulla nostra pagina Facebook nella giornata del 25 aprile 2020.

Un grande ringraziamento va alle famiglie Bertola, Brugiafreddo, Ghione e Tallone per aver espresso il desiderio di lasciare presso l’Archivio Storico di Savigliano questa importante memoria famigliare.

Vai alla scheda di dettaglio

#SAVIGLIANO1MAGGIO2020

AGRICOLTURA

#SAVIGLIANO1MAGGIO2020

In occasione del primo maggio, si ripropone la lettura del numero del tabloid La Città Ritrovata (uscito in otto numeri nel 2006) dedicato all’agricoltura a Savigliano.

All’interno i seguenti articoli: Se la Città ritrova la campagna (Federico Faloppa) / La vita in campagna negli anni Cinquanta (Giuseppe Trabucco) /  Le bucoliche del Morré (Benedetta Botta) / Che giornata! (Giuseppe Perottino) / La Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola (Lorena Ribero) / La Casa Della Beffa (Adelaide Gullino) / Quando a Savigliano si batteva la canapa (Pieraldo Fiorito) /Savigliano e la bachicoltura (redazione) / Dove sono i fontanili? (Giancarlo Gili) / Pan e nus: mangé da spos (Liliana Cimiero); Latte? Andiamo dal distributore (Mario Gianoglio); Trasloco? Fuma San Martin! (Alessandra Giuffra e Giuseppe Perottino); Heidi? Ha 25 anni e vive a Savigliano (Adelaide Gullino) / Le masche e la meliga di San Salvatore (Maria Bossolasco).

PDF SCARICABILE nella sezione download/La Città Ritrovata

oppure al link

http://www.centrodellamemoriasavigliano.it/la-citta-ritrovata-campagna-e-agricoltura-2/

 

Vai alla scheda di dettaglio

#Savigliano25aprile2020

immagine evidenza def

#25aprileSavigliano2020
Lettere e diari a portata di clic!
Nel PDF allegato qui sotto sono stati raccolti e organizzati graficamente i 10 post pubblicati sulla nostra pagina Facebook nella giornata del 25 aprile.
Un grande ringraziamento alle famiglie Bertola, Brugiafreddo, Ghione e Tallone per aver voluto lasciare in archivio storico questa importante memoria famigliare.

Vai alla scheda di dettaglio

Lettere e diari

immagine evidenza def

#25aprileSavigliano2020
Lettere e diari a portata di clic!
Nel PDF allegato qui sotto sono stati raccolti e organizzati graficamente i 10 post pubblicati sulla nostra pagina Facebook nella giornata del 25 aprile 2020.

Un grande ringraziamento va alle famiglie Bertola, Brugiafreddo, Ghione e Tallone per aver espresso il desiderio di lasciare presso l’Archivio Storico di Savigliano questa importante memoria famigliare.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

AVVISO CHIUSURA

Si comunica che in ottemperanza ai provvedimenti contenuti negli ultimi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, recanti misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID_19, l’Archivio Storico/Centro della memoria sarà chiuso fino a nuove disposizioni.

Vai alla scheda di dettaglio

CONSULTAZIONE ONLINE

In attesa della riapertura del servizio, si segnala che nella sezione Documenti è a disposizione la banca dati dell’archivio storico comunale con la descrizione inventariale del materiale conservato. Per la cartografia storica, in parte digitalizzata,  selezionare Archivio storico comunale/serie Tipi e disegni nel menù a tendina.
Altri materiali (testimonianze di vita saviglianese, racconti e filmati) sono disponibili sul canale YouTube Centro della Memoria Savigliano e sulla pagina Facebook Centro della Memoria – Archivio Storico Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

AVVISO CHIUSURA

Si comunica che in ottemperanza ai provvedimenti contenuti negli ultimi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, recanti misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID_19, l’Archivio Storico/Centro della memoria sarà chiuso fino a nuove disposizioni.

Vai alla scheda di dettaglio

CONSULTAZIONE ONLINE

In attesa della riapertura del servizio, si segnala che nella sezione Documenti è a disposizione la banca dati dell’archivio storico comunale con la descrizione inventariale del materiale conservato. Per la cartografia storica, in parte digitalizzata,  selezionare Archivio storico comunale/serie Tipi e disegni nel menù a tendina.
Altri materiali (testimonianze di vita saviglianese, racconti e filmati) sono disponibili sul canale YouTube Centro della Memoria Savigliano e sulla pagina Facebook Centro della Memoria – Archivio Storico Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Palazzo Cravetta

saviglianosparita046

In questa cartolina inviata a Benevento nel 1941, figura l’interno del Cravetta.

La descrizione è stata ricavata dai commenti pubblicati, contestualmente all’immagine, sulla pagina Facebook Savigliano sparita,  il 18 dicembre 2018.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

LUNEDI’ 27 GENNAIO – Proiezione film per Giornata della Memoria 2020

locandina i bambini di rue sain maur

LUNEDI’ 27 gennaio, alle ore 21, presso l’ex chiesa di S. Agostino, in piazza Arimondi 15, sarà proiettato il film documentario I bambini di rue Saint-Maur 209 di Ruth Zylberman.

Il film è il frutto di un’indagine tesa a ricostruire le storie degli abitanti di un palazzo parigino che ospitava una piccola comunità ebraica durante l’occupazione nazista.

Introduce il film Gigi Garelli, direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Cuneo.

L’evento rientra fra le iniziative dell’Assessorato alla Cultura per la Giornata della Memoria e del Ricordo.

Vai alla scheda di dettaglio

TRE SIGARETTE AL GIORNO… NON TOLGONO LA FAME!

Agnese Ghione racconta l’emergenza sigarette di suo padre in un campo di prigionia in Germania, vicino a Norimberga, nello Stalag o Stammlager (campo base) XII D, Trier, situato nei pressi della cittadina di Treviri. Fumare era un antidoto efficace contro i morsi della fame e le sigarette non erano mai abbastanza.

(Dalla raccolta “Memoria Resistente”, testimonianza del 23 aprile 2019 – Il video integrale è conservato presso l’Archivio Storico della Città di Savigliano).

Tutti i diritti sono Riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi, illustrazioni comprese, mediante qualunque piattaforma tecnologica, senza previa autorizzazione scritta del Comune di Savigliano.

Titolo originale: Tre sigarette al giorno… Non tolgono la fame!

Datazione: 1943-2019

Argomento: Lavoro e occupazione; Individuo e società

Vai alla scheda di dettaglio

Un ingegnere ebreo a Savigliano. Vita e opere di Guido Jaffe

locandina

GIORNO DELLA MEMORIA 2019
Si chiamava Guido Jaffe, era ebreo e ingegnere del Comune di Savigliano. Le leggi razziali lo costrinsero a lasciare il lavoro e dopo qualche anno a scappare per salvarsi la vita. In occasione del Giorno della memoria, domenica 27 gennaio presso la SALA S. AGOSTINO, Piazza Arimondi 15, alle ore 17, racconteremo la sua storia.
“Un ingegnere ebreo a Savigliano. Vita e opere di Guido Jaffe”, a cura della dott.ssa Silvia Olivero – Centro della memoria – Archivio storico di Savigliano
A seguire, inaugurazione della nuova sala studio della Biblioteca Civica Luigi Boccolo di Savigliano a lui intitolata.

Vai alla scheda di dettaglio

Liesel. Storia di un esodo sotto una buona stella

liesel

Liesel Gorges scampò alle persecuzioni razziali grazie anche alla protezione degli abitanti di Rittana, nelle nostre montagne. “Liesel. Storia di un esodo sotto una buona stella” di Fabio Gianotti e Sante Altizio, è un documentario unico nel suo genere e ci accompagnerà attraverso quegli stessi luoghi in cui Liesel ha avuto il coraggio di tornare 70 anni dopo.

Non mancate alla proiezione, lunedì 28 gennaio alle ore 21 in Sala S. Agostino, Piazza Arimondi 15 a Savigliano. Presenta Gigi Garelli, direttore Istituto della Resistenza “Dante Livio Bianco” Cuneo.

INGRESSO LIBERO

Vai alla scheda di dettaglio

GIORNO DELLA MEMORIA E DEL RICORDO 2019

scansione0100

Programma delle iniziative a Savigliano nell’ambito del Giorno della Memoria e del Ricordo.

Vai alla scheda di dettaglio

LUNEDI’ 27 GENNAIO – Proiezione film per Giornata della Memoria 2020

locandina i bambini di rue sain maur

LUNEDI’ 27 gennaio, alle ore 21, presso l’ex chiesa di S. Agostino, in piazza Arimondi 15, sarà proiettato il film documentario I bambini di rue Saint-Maur 209 di Ruth Zylberman.

Il film è il frutto di un’indagine tesa a ricostruire le storie degli abitanti di un palazzo parigino che ospitava una piccola comunità ebraica durante l’occupazione nazista.

Introduce il film Gigi Garelli, direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Cuneo.

L’evento rientra fra le iniziative dell’Assessorato alla Cultura per la Giornata della Memoria e del Ricordo.

Vai alla scheda di dettaglio

TRE SIGARETTE AL GIORNO… NON TOLGONO LA FAME!

Agnese Ghione racconta l’emergenza sigarette di suo padre in un campo di prigionia in Germania, vicino a Norimberga, nello Stalag o Stammlager (campo base) XII D, Trier, situato nei pressi della cittadina di Treviri. Fumare era un antidoto efficace contro i morsi della fame e le sigarette non erano mai abbastanza.

(Dalla raccolta “Memoria Resistente”, testimonianza del 23 aprile 2019 – Il video integrale è conservato presso l’Archivio Storico della Città di Savigliano).

Tutti i diritti sono Riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi, illustrazioni comprese, mediante qualunque piattaforma tecnologica, senza previa autorizzazione scritta del Comune di Savigliano.

Titolo originale: Tre sigarette al giorno… Non tolgono la fame!

Datazione: 1943-2019

Argomento: Lavoro e occupazione; Individuo e società

Vai alla scheda di dettaglio

Un ingegnere ebreo a Savigliano. Vita e opere di Guido Jaffe

locandina

GIORNO DELLA MEMORIA 2019
Si chiamava Guido Jaffe, era ebreo e ingegnere del Comune di Savigliano. Le leggi razziali lo costrinsero a lasciare il lavoro e dopo qualche anno a scappare per salvarsi la vita. In occasione del Giorno della memoria, domenica 27 gennaio presso la SALA S. AGOSTINO, Piazza Arimondi 15, alle ore 17, racconteremo la sua storia.
“Un ingegnere ebreo a Savigliano. Vita e opere di Guido Jaffe”, a cura della dott.ssa Silvia Olivero – Centro della memoria – Archivio storico di Savigliano
A seguire, inaugurazione della nuova sala studio della Biblioteca Civica Luigi Boccolo di Savigliano a lui intitolata.

Vai alla scheda di dettaglio

Liesel. Storia di un esodo sotto una buona stella

liesel

Liesel Gorges scampò alle persecuzioni razziali grazie anche alla protezione degli abitanti di Rittana, nelle nostre montagne. “Liesel. Storia di un esodo sotto una buona stella” di Fabio Gianotti e Sante Altizio, è un documentario unico nel suo genere e ci accompagnerà attraverso quegli stessi luoghi in cui Liesel ha avuto il coraggio di tornare 70 anni dopo.

Non mancate alla proiezione, lunedì 28 gennaio alle ore 21 in Sala S. Agostino, Piazza Arimondi 15 a Savigliano. Presenta Gigi Garelli, direttore Istituto della Resistenza “Dante Livio Bianco” Cuneo.

INGRESSO LIBERO

Vai alla scheda di dettaglio

GIORNO DELLA MEMORIA E DEL RICORDO 2019

scansione0100

Programma delle iniziative a Savigliano nell’ambito del Giorno della Memoria e del Ricordo.

Vai alla scheda di dettaglio

CHIUSURA DURANTE LE FESTIVITA’

Si avvisano i signori utenti che durante le festività l’Archivio Storico/Centro della Memoria sarà chiuso al pubblico dal pomeriggio del 24 dicembre al 6 gennaio 2020.

Riapertura martedì 7 gennaio con il consueto orario.

 

Per info e prenotazioni

archivio.storico@comune.savigliano.cn.it

Vai alla scheda di dettaglio

Presentazione libro sulla storia del manicomio di Racconigi dalle origini al fascismo

Savigliano 16 Gennaio 2020

GIOVEDI’ 16 GENNAIO 2020 alle ore 21 presso l’ex chiesa di S. Agostino, in piazza Arimondi 15, si terrà la presentazione del libro di Fabio Milazzo “Una casa di custodia per maniaci pericolosi. Storia del manicomio di Racconigi dalle origini al Fascismo (1871-1930)”. Dialogheranno con l’autore Silvia Olivero, direttrice Archivio Storico/Centro della Memoria Savigliano e Alessandro Vallarino, psichiatra ASL Cn1.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Via Saluzzo

saviglianosparita041

In questa fotografia, attribuibile al 1968-1969, è visibile un tratto di Via Saluzzo, che ospitava sino a pochi anni prima molte attività: un negozio di biciclette, gli idraulici Gobetti, il Ristorante Oriente, gli alimentari Testa e Brunetti cucine.

La descrizione è stata ricavata dai commenti pubblicati, contestualmente all’immagine, sulla pagina Facebook Savigliano sparita,  il 6 novembre 2017.

Vai alla scheda di dettaglio

La baracca di Verrone

saviglianosparita040

In questa fotografia, attribuibile agli anni Sessanta del Novecento, è visibile in primo piano la “baracca” di Verrone in Piazza del Popolo.

La descrizione è stata ricavata dai commenti pubblicati, contestualmente all’immagine, sulla pagina Facebook Savigliano sparita,  il 24 settembre 2018.

Vai alla scheda di dettaglio

Edicola Bruno

saviglianosparita039

Questa immagine ritrae la vecchia edicola Bruno, sita in Piazza del Popolo, e presumibilmente risale al primo ventennio del Novecento.
Qualcuno riconosce l’uomo che guarda, con le braccia ai fianchi, verso l’obiettivo?

 

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

saviglianosparita038

In questa cartolina, spedita il 24 giugno 1942 a Magliano Alpi, è ben visibile una Piazza del Popolo non molto dissimile da quella attuale.
Gli alberi sono ancora giovani perché piantati da pochi anni, a sinistra si intravede una macchina d’epoca, un dehor estivo ed il chiosco dei gelati.

La descrizione è stata ricavata dai commenti pubblicati, contestualmente all’immagine, sulla pagina Facebook Savigliano sparita,  il 20 febbraio 2019.

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione al Morino

manifestazione al morino

Fotografia scattata durante una manifestazione allo stadio Morino

Vai alla scheda di dettaglio

Giocatori del Saviglianese

Savigliano : squadra di calcio

Fotografia della squadra di calcio del Saviglianese.

Vai alla scheda di dettaglio

Stadio Morino

Stadio Morino

Cartolina spedita a Savigliano il 17 giugno 1940 con destinazione Mortara: il testo è rassicurante -pur in tempi bui-“Tutto bene per ora nulla di nuovo”.La struttura oggi è lo stadio “Ottavio Morino” i cui lavori vengono terminati grazie ai fondi stanziati in occasione di ” Italia 90 “. E’ lo stadio dove giocano gli atleti della Saviglianese Calcio, i “Maghi”.

Vai alla scheda di dettaglio

Portiere in azione

425.jpg

Parata da parte di un portiere di calcio durante un partita

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

395.jpg

Avanguardisti durante una gara podistica

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

396.jpg

Due foto raffiguranti degli avanguardisti durante una gara podistica e durante un esercizio di ginnastica a corpo libero alla sbarra

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

393.jpg

Avanguardisti durante un allenamento

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

394.jpg

Avanguardisti durante una gara podistica

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

382.jpg

Figli delle Lupa durante un’esercitazione

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

379.jpg

Avanguardisti durante un’esercitazione paramilitare

Vai alla scheda di dettaglio

Corsa con i sacchi

272.jpg

Gara di corsa dei sacchi presso lo stadio di Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Corsa con i sacchi

2711.jpg

Gara di corsa dei sacchi presso lo stadio di Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Partita di calcio

202.jpg

Incontro calcistico amatoriale presso lo stadio O. Morino in occasione di una Sagra del Grano- Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

Partita di calcio

200.jpg

Incontro calcistico amatoriale presso lo stadio O. Morino in occasione di una Sagra del Grano- Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

Via Saluzzo

saviglianosparita041

In questa fotografia, attribuibile al 1968-1969, è visibile un tratto di Via Saluzzo, che ospitava sino a pochi anni prima molte attività: un negozio di biciclette, gli idraulici Gobetti, il Ristorante Oriente, gli alimentari Testa e Brunetti cucine.

La descrizione è stata ricavata dai commenti pubblicati, contestualmente all’immagine, sulla pagina Facebook Savigliano sparita,  il 6 novembre 2017.

Vai alla scheda di dettaglio

La baracca di Verrone

saviglianosparita040

In questa fotografia, attribuibile agli anni Sessanta del Novecento, è visibile in primo piano la “baracca” di Verrone in Piazza del Popolo.

La descrizione è stata ricavata dai commenti pubblicati, contestualmente all’immagine, sulla pagina Facebook Savigliano sparita,  il 24 settembre 2018.

Vai alla scheda di dettaglio

Edicola Bruno

saviglianosparita039

Questa immagine ritrae la vecchia edicola Bruno, sita in Piazza del Popolo, e presumibilmente risale al primo ventennio del Novecento.
Qualcuno riconosce l’uomo che guarda, con le braccia ai fianchi, verso l’obiettivo?

 

Vai alla scheda di dettaglio

Piazza del Popolo

saviglianosparita038

In questa cartolina, spedita il 24 giugno 1942 a Magliano Alpi, è ben visibile una Piazza del Popolo non molto dissimile da quella attuale.
Gli alberi sono ancora giovani perché piantati da pochi anni, a sinistra si intravede una macchina d’epoca, un dehor estivo ed il chiosco dei gelati.

La descrizione è stata ricavata dai commenti pubblicati, contestualmente all’immagine, sulla pagina Facebook Savigliano sparita,  il 20 febbraio 2019.

Vai alla scheda di dettaglio

Manifestazione al Morino

manifestazione al morino

Fotografia scattata durante una manifestazione allo stadio Morino

Vai alla scheda di dettaglio

Giocatori del Saviglianese

Savigliano : squadra di calcio

Fotografia della squadra di calcio del Saviglianese.

Vai alla scheda di dettaglio

Stadio Morino

Stadio Morino

Cartolina spedita a Savigliano il 17 giugno 1940 con destinazione Mortara: il testo è rassicurante -pur in tempi bui-“Tutto bene per ora nulla di nuovo”.La struttura oggi è lo stadio “Ottavio Morino” i cui lavori vengono terminati grazie ai fondi stanziati in occasione di ” Italia 90 “. E’ lo stadio dove giocano gli atleti della Saviglianese Calcio, i “Maghi”.

Vai alla scheda di dettaglio

Portiere in azione

425.jpg

Parata da parte di un portiere di calcio durante un partita

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

395.jpg

Avanguardisti durante una gara podistica

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

396.jpg

Due foto raffiguranti degli avanguardisti durante una gara podistica e durante un esercizio di ginnastica a corpo libero alla sbarra

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

393.jpg

Avanguardisti durante un allenamento

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

394.jpg

Avanguardisti durante una gara podistica

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

382.jpg

Figli delle Lupa durante un’esercitazione

Vai alla scheda di dettaglio

Opera Nazionale Balilla – Esercitazioni

379.jpg

Avanguardisti durante un’esercitazione paramilitare

Vai alla scheda di dettaglio

Corsa con i sacchi

272.jpg

Gara di corsa dei sacchi presso lo stadio di Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Corsa con i sacchi

2711.jpg

Gara di corsa dei sacchi presso lo stadio di Savigliano

Vai alla scheda di dettaglio

Partita di calcio

202.jpg

Incontro calcistico amatoriale presso lo stadio O. Morino in occasione di una Sagra del Grano- Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

Partita di calcio

200.jpg

Incontro calcistico amatoriale presso lo stadio O. Morino in occasione di una Sagra del Grano- Foto Gino (Via Danna, 5 Savigliano)

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Liberty d’Archivio – Esposizione raro manifesto a colori stampato a Torino nel 1899

integrale - per sito Copia

Domenica 15 dicembre dalle ore 14:30 alle ore 17:30, presso l’Archivio Storico/Centro della Memoria in Piazza Arimondi 15, sarà esposto un raro manifesto a colori appartenente all’Archivio Storico Comunale risalente al 1899 e relativo all’inaugurazione a Torino del monumento a Vittorio Emanuele II.

Il manifesto, di due metri per un metro, realizzato in stile liberty dall’artista torinese Giovanni Battista Carpanetto, fu stampato a Torino dalla litografia Doyen di L. Simondetti.

Ai visitatori sarà data in omaggio una riproduzione della Gazzetta del Popolo di Torino del 10 settembre 1899 contenente un articolo sull’inaugurazione del monumento e una prima pagina interamente dedicata al caso Dreyfus!

Saranno inoltre aperti al pubblico il teatro interattivo del Centro della Memoria e l’allestimento All’inizio della strada, prima sezione del percorso museale diffuso Prima fermata: Savigliano, in rete con le altre due sezioni presso il Museo Ferroviario Piemontese e il sito Alstom.

 

Ingresso gratuito.

 

Vai alla scheda di dettaglio

25 APRILE 2019. Festa della Liberazione: Memoria e Archivi resistenti

Locandina 25 aprile 2019 - uv br

Nell’ambito delle iniziative per il 25 Aprile 2019, l’Archivio Storico/ Centro della Memoria Savigliano organizza una due giorni dedicata alla Resistenza saviglianese: nella giornata di martedì 23 aprile sarà possibile videoregistrare ricordi, aneddoti, racconti, esperienze, riflessioni su questa importante pagina di storia (su prenotazione telefonica al numero 0172711240); mercoledì 24 aprile, sempre presso l’Archivio Storico, sarà proposta ai visitatori la consultazione guidata di una selezione di manifesti (tra cui un celebre manifesto di propaganda nazifascista realizzato da Gino Boccasile), documenti, fotografie, manufatti e videointerviste.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Allestimenti aperti durante il periodo estivo

Allestimenti presso il Polo Archivistico di Savigliano

Anche nel periodo estivo è possibile visitare autonomamente i due allestimenti ospitati all’interno del Polo Archivistico Saviglianese/Centro della Memoria.
Al piano terra i visitatori troveranno il Centro della Memoria, teatro interattivo sulla Savigliano del Novecento: ventuno racconti sulle feste, la guerra, il lavoro, la vita quotidiana, i protagonisti della memoria cittadina.
Al primo piano li attende
Prima fermata: Savigliano, percorso con video e immagini sulla storia della strada ferrata Torino-Savigliano.
Gli orari di apertura del centro sono pubblicati sul sito istituzionale; consigliamo comunque la prenotazione telefonica.

Vai alla scheda di dettaglio

Liberty d’Archivio – Esposizione raro manifesto a colori stampato a Torino nel 1899

integrale - per sito Copia

Domenica 15 dicembre dalle ore 14:30 alle ore 17:30, presso l’Archivio Storico/Centro della Memoria in Piazza Arimondi 15, sarà esposto un raro manifesto a colori appartenente all’Archivio Storico Comunale risalente al 1899 e relativo all’inaugurazione a Torino del monumento a Vittorio Emanuele II.

Il manifesto, di due metri per un metro, realizzato in stile liberty dall’artista torinese Giovanni Battista Carpanetto, fu stampato a Torino dalla litografia Doyen di L. Simondetti.

Ai visitatori sarà data in omaggio una riproduzione della Gazzetta del Popolo di Torino del 10 settembre 1899 contenente un articolo sull’inaugurazione del monumento e una prima pagina interamente dedicata al caso Dreyfus!

Saranno inoltre aperti al pubblico il teatro interattivo del Centro della Memoria e l’allestimento All’inizio della strada, prima sezione del percorso museale diffuso Prima fermata: Savigliano, in rete con le altre due sezioni presso il Museo Ferroviario Piemontese e il sito Alstom.

 

Ingresso gratuito.

 

Vai alla scheda di dettaglio

25 APRILE 2019. Festa della Liberazione: Memoria e Archivi resistenti

Locandina 25 aprile 2019 - uv br

Nell’ambito delle iniziative per il 25 Aprile 2019, l’Archivio Storico/ Centro della Memoria Savigliano organizza una due giorni dedicata alla Resistenza saviglianese: nella giornata di martedì 23 aprile sarà possibile videoregistrare ricordi, aneddoti, racconti, esperienze, riflessioni su questa importante pagina di storia (su prenotazione telefonica al numero 0172711240); mercoledì 24 aprile, sempre presso l’Archivio Storico, sarà proposta ai visitatori la consultazione guidata di una selezione di manifesti (tra cui un celebre manifesto di propaganda nazifascista realizzato da Gino Boccasile), documenti, fotografie, manufatti e videointerviste.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Allestimenti aperti durante il periodo estivo

Allestimenti presso il Polo Archivistico di Savigliano

Anche nel periodo estivo è possibile visitare autonomamente i due allestimenti ospitati all’interno del Polo Archivistico Saviglianese/Centro della Memoria.
Al piano terra i visitatori troveranno il Centro della Memoria, teatro interattivo sulla Savigliano del Novecento: ventuno racconti sulle feste, la guerra, il lavoro, la vita quotidiana, i protagonisti della memoria cittadina.
Al primo piano li attende
Prima fermata: Savigliano, percorso con video e immagini sulla storia della strada ferrata Torino-Savigliano.
Gli orari di apertura del centro sono pubblicati sul sito istituzionale; consigliamo comunque la prenotazione telefonica.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA

LOCANDINA PROROGA MOSTRA

MOSTRA PROROGATA FINO A SABATO 8 GIUGNO

In occasione della Giornata della Cultura Saviglianese organizzata dalla consulta Cultura del Comune di Savigliano, sarà aperta al pubblico presso il chiostro della sede universitaria saviglianese la mostra EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA, a cura dell’Archivio Storico Comunale.

L’Archivio storico cittadino propone al pubblico saviglianese un percorso espositivo che racconta storie di emigrazioni attingendo al ricco patrimonio archivistico e bibliografico saviglianese. Dai depositi degli istituti culturali cittadini e dai cassetti e cantine di privati sono emersi articoli di giornali di fine ‘800 con splendide illustrazioni, registri di leva e censimenti in cui l’emigrazione di intere famiglie è scrupolosamente annotata, circolari inviate al comune dal Commissariato per l’emigrazione e infine lettere e cartoline scritte da emigranti ai parenti rimasti a Savigliano, in cui l’emigrante cessa di essere un numero delle statistiche e diventa il protagonista della sua storia.

Tra queste storie di emigranti c’è anche quella di un cittadino illustre costretto ad abbandonare la patria, Santorre di Santa Rosa. Negli archivi saviglianesi lo ritroviamo nella duplice veste di sindaco cittadino e in quella più intima di padre di famiglia che l’esilio tiene lontano dai suoi affetti più cari.

 

Vai alla scheda di dettaglio

EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA

LOCANDINA

SABATO 1 GIUGNO, in occasione della Giornata della Cultura Saviglianese organizzata dalla consulta Cultura del Comune di Savigliano, sarà aperta al pubblico presso il chiostro della sede universitaria saviglianese la mostra EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA, a cura dell’Archivio Storico Comunale.

L’Archivio storico cittadino propone al pubblico saviglianese un percorso espositivo che racconta storie di emigrazioni attingendo al ricco patrimonio archivistico e bibliografico saviglianese. Dai depositi degli istituti culturali cittadini e dai cassetti e cantine di privati sono emersi articoli di giornali di fine ‘800 con splendide illustrazioni, registri di leva e censimenti in cui l’emigrazione di intere famiglie è scrupolosamente annotata, circolari inviate al comune dal Commissariato per l’emigrazione e infine lettere e cartoline scritte da emigranti ai parenti rimasti a Savigliano, in cui l’emigrante cessa di essere un numero delle statistiche e diventa il protagonista della sua storia.

Tra queste storie di emigranti c’è anche quella di un cittadino illustre costretto ad abbandonare la patria, Santorre di Santa Rosa. Negli archivi saviglianesi lo ritroviamo nella duplice veste di sindaco cittadino e in quella più intima di padre di famiglia che l’esilio tiene lontano dai suoi affetti più cari.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Il giardino dell’Ospedale Militare

rubricaIlSaviglianese0182

Nel 1642 le monache di S.Monica acquistano otto case che formano l’isolato a ventaglio ed altre nella zone medioevale e nel successivo isolato condinante con S.Domenico; si stanziano nei primi due isolati aprendo porte e costruendo un cavalcavia provvisorio di comunicazione. Fabbrica, inoltre,  un refettorio con materiali dell’antico monastero demolito. (C.Turletti – vol. 2 – pagg. 420-421)

“Nel 1857, soppressi gli ordini monastici, le Agostiniane abbandonano il convento. Verranno qui insediati i Cacciatori delle Alpi e successivamente diverrà Ospedale Militare”.(C.Tutrletti – vol. 2 – pag. 425)

Dopo la sua chiusura nel 1974 ed anni di abbandono, il nosocomio viene ristrutturato e destinato ad accogliere la Facoltà di Scienze dell’Informazione dell’ateneo torinese.

 

 

Vai alla scheda di dettaglio

EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA

LOCANDINA PROROGA MOSTRA

MOSTRA PROROGATA FINO A SABATO 8 GIUGNO

In occasione della Giornata della Cultura Saviglianese organizzata dalla consulta Cultura del Comune di Savigliano, sarà aperta al pubblico presso il chiostro della sede universitaria saviglianese la mostra EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA, a cura dell’Archivio Storico Comunale.

L’Archivio storico cittadino propone al pubblico saviglianese un percorso espositivo che racconta storie di emigrazioni attingendo al ricco patrimonio archivistico e bibliografico saviglianese. Dai depositi degli istituti culturali cittadini e dai cassetti e cantine di privati sono emersi articoli di giornali di fine ‘800 con splendide illustrazioni, registri di leva e censimenti in cui l’emigrazione di intere famiglie è scrupolosamente annotata, circolari inviate al comune dal Commissariato per l’emigrazione e infine lettere e cartoline scritte da emigranti ai parenti rimasti a Savigliano, in cui l’emigrante cessa di essere un numero delle statistiche e diventa il protagonista della sua storia.

Tra queste storie di emigranti c’è anche quella di un cittadino illustre costretto ad abbandonare la patria, Santorre di Santa Rosa. Negli archivi saviglianesi lo ritroviamo nella duplice veste di sindaco cittadino e in quella più intima di padre di famiglia che l’esilio tiene lontano dai suoi affetti più cari.

 

Vai alla scheda di dettaglio

EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA

LOCANDINA

SABATO 1 GIUGNO, in occasione della Giornata della Cultura Saviglianese organizzata dalla consulta Cultura del Comune di Savigliano, sarà aperta al pubblico presso il chiostro della sede universitaria saviglianese la mostra EMIGRANTI TRA IMMAGINI E MEMORIA SCRITTA, a cura dell’Archivio Storico Comunale.

L’Archivio storico cittadino propone al pubblico saviglianese un percorso espositivo che racconta storie di emigrazioni attingendo al ricco patrimonio archivistico e bibliografico saviglianese. Dai depositi degli istituti culturali cittadini e dai cassetti e cantine di privati sono emersi articoli di giornali di fine ‘800 con splendide illustrazioni, registri di leva e censimenti in cui l’emigrazione di intere famiglie è scrupolosamente annotata, circolari inviate al comune dal Commissariato per l’emigrazione e infine lettere e cartoline scritte da emigranti ai parenti rimasti a Savigliano, in cui l’emigrante cessa di essere un numero delle statistiche e diventa il protagonista della sua storia.

Tra queste storie di emigranti c’è anche quella di un cittadino illustre costretto ad abbandonare la patria, Santorre di Santa Rosa. Negli archivi saviglianesi lo ritroviamo nella duplice veste di sindaco cittadino e in quella più intima di padre di famiglia che l’esilio tiene lontano dai suoi affetti più cari.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Il giardino dell’Ospedale Militare

rubricaIlSaviglianese0182

Nel 1642 le monache di S.Monica acquistano otto case che formano l’isolato a ventaglio ed altre nella zone medioevale e nel successivo isolato condinante con S.Domenico; si stanziano nei primi due isolati aprendo porte e costruendo un cavalcavia provvisorio di comunicazione. Fabbrica, inoltre,  un refettorio con materiali dell’antico monastero demolito. (C.Turletti – vol. 2 – pagg. 420-421)

“Nel 1857, soppressi gli ordini monastici, le Agostiniane abbandonano il convento. Verranno qui insediati i Cacciatori delle Alpi e successivamente diverrà Ospedale Militare”.(C.Tutrletti – vol. 2 – pag. 425)

Dopo la sua chiusura nel 1974 ed anni di abbandono, il nosocomio viene ristrutturato e destinato ad accogliere la Facoltà di Scienze dell’Informazione dell’ateneo torinese.

 

 

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Premio di Studio “Città di Savigliano – A.Olmo” edizione 2017

Locandina Premio Olmo 2017 (risoluzione media)

Vi ricordiamo il concorso Premio di Studio “Città di Savigliano – A. Olmo” – edizione 2017.
Se avete curato nell’ultimo biennio, individualmente o in equipe, uno studio (tesi di laurea, audiovisivo, pubblicazione, ricerca, opera teatrale, ecc.) su Savigliano e il suo territorio, potrete presentare i vostri elaborati entro le ore 12.00 di GIOVEDÌ’ 27 SETTEMBRE 2018.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a vedere l’allegato e  a consultare il sito del Comune di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Premio di Studio “Città di Savigliano – A.Olmo” edizione 2017

Locandina Premio Olmo 2017 (risoluzione media)

È stato bandito il concorso Premio di Studio “Città di Savigliano – A. Olmo” – edizione 2017.
Se avete curato nell’ultimo biennio, individualmente o in equipe, uno studio (tesi di laurea, audiovisivo, pubblicazione, ricerca, opera teatrale, ecc.) su Savigliano e il suo territorio, potrete presentare i vostri elaborati entro le ore 12.00 di GIOVEDÌ’ 27 SETTEMBRE 2018.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a vedere l’allegato e  a consultare il sito del Comune di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Premio di Studio “Città di Savigliano – A.Olmo” edizione 2017

Locandina Premio Olmo 2017 (risoluzione media)

Vi ricordiamo il concorso Premio di Studio “Città di Savigliano – A. Olmo” – edizione 2017.
Se avete curato nell’ultimo biennio, individualmente o in equipe, uno studio (tesi di laurea, audiovisivo, pubblicazione, ricerca, opera teatrale, ecc.) su Savigliano e il suo territorio, potrete presentare i vostri elaborati entro le ore 12.00 di GIOVEDÌ’ 27 SETTEMBRE 2018.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a vedere l’allegato e  a consultare il sito del Comune di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Premio di Studio “Città di Savigliano – A.Olmo” edizione 2017

Locandina Premio Olmo 2017 (risoluzione media)

È stato bandito il concorso Premio di Studio “Città di Savigliano – A. Olmo” – edizione 2017.
Se avete curato nell’ultimo biennio, individualmente o in equipe, uno studio (tesi di laurea, audiovisivo, pubblicazione, ricerca, opera teatrale, ecc.) su Savigliano e il suo territorio, potrete presentare i vostri elaborati entro le ore 12.00 di GIOVEDÌ’ 27 SETTEMBRE 2018.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a vedere l’allegato e  a consultare il sito del Comune di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

L’ufficio postale

rubricaIlSaviglianese0205

Notizia di un ufficio postale a Savigliano probabilmente in piazza Molineri nel Palazzo Calabiana, già sede della Pretura e degli uffici tributari, compare in un’opera del Casalis datata 1833. Anche Eandi, nella Statistica della Provincia di Saluzzo del 1835, riporta che a Savigliano funzionava l’ufficio postale.
Il corriere che da Torino andava a Nizza  attraversava a cavallo la nostra provincia e consegnava le lettere nei giorni di domenica, martedì e giovedì. Alla sera degli stessi giorni si poteva inviare la corrispondenza .
Nel tempo, l’ufficio postale subirà diversi spostamenti: in piazza Santarosa nel palazzo della contessa Galateri Sartirana, in piazza Cavour nel ventennio fascista; nel Palazzo comunale in via Ferreri negli anni Cinquanta, in corso Roma negli anni Sessanta.
Attualmente si trova in piazza Schiaparelli, dove avevano sede il peso pubblico ed i bagni comunali.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

La stazione

rubricaIlSaviglianese0203

Il 16 marzo 1853, mentre era in corsa il processo di unificazione nazionale, il nostro concittadino Monsignor Nazari di Calabiana, Vescovo di Casale Monferrato, accompagnato dal Capitolo di S. Andrea e dalle Autorità civili e militari aspettava l’arrivo del treno che avrebbe inaugurato la nuova tratta ferroviaria Torino-Savigliano.  Dal convoglio scesero il Re Vittorio Emanuele II e i Principi Umberto ed Amedeo.
Dopo i discorsi di rito, Monsignor Nazari di Calabiana benedì i locali della Stazione e la locomotiva, battezzata “Savigliano”.
La cartolina del 6 luglio 1943 presenta l’ingresso della Stazione sotto la grande tettoia, a fianco il dehor del bar-ristorante ed in primo piano uno spaccato dei giardini sul largo della piazza.

Vai alla scheda di dettaglio

Partenza dei militi

rubricaIlSaviglianese0179

 

La cartolina, dell’ottobre 1911, ricorda la partenza di numerosi soldati di Leva ed alcuni volontari che vennero accompagnati alla stazione dalla cittadinanza con in testa la banda.

 

Vai alla scheda di dettaglio

La stazione

rubricaIlSaviglianese0203

Il 16 marzo 1853, mentre era in corsa il processo di unificazione nazionale, il nostro concittadino Monsignor Nazari di Calabiana, Vescovo di Casale Monferrato, accompagnato dal Capitolo di S. Andrea e dalle Autorità civili e militari aspettava l’arrivo del treno che avrebbe inaugurato la nuova tratta ferroviaria Torino-Savigliano.  Dal convoglio scesero il Re Vittorio Emanuele II e i Principi Umberto ed Amedeo.
Dopo i discorsi di rito, Monsignor Nazari di Calabiana benedì i locali della Stazione e la locomotiva, battezzata “Savigliano”.
La cartolina del 6 luglio 1943 presenta l’ingresso della Stazione sotto la grande tettoia, a fianco il dehor del bar-ristorante ed in primo piano uno spaccato dei giardini sul largo della piazza.

Vai alla scheda di dettaglio

Partenza dei militi

rubricaIlSaviglianese0179

 

La cartolina, dell’ottobre 1911, ricorda la partenza di numerosi soldati di Leva ed alcuni volontari che vennero accompagnati alla stazione dalla cittadinanza con in testa la banda.

 

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

25 Aprile Ricordata la figura di Giovanni Alessio, trucidato nel 1944. Italiani che lottano per la democrazia

Nell’articolo di Simona Trabuccodedicato alle celebrazioni per la Festa della Liberazione, viene menzionata la presentazione del libro “L’angolo buio” di Marco Ruzzi a cura del Centro della Memoria.

Vai alla scheda di dettaglio

“Carte, scartoffie e vecchi fogli”. Direttrice dell’Archivio al convegno

Il Saviglianese dedica un articolo al convegno “Carte, scartoffie e vecchi fogli:un patrimonio da riconoscere e valorizzare” che si terrà, a Dronero, Venerdì 4 maggio presso il “Centro europeo Giovanni Giolitti per lo studio dello Stato”.                                          Tra i relatori ci sarà anche Silvia Olivero, la direttrice dell’Archivio storico di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

25 Aprile Ricordata la figura di Giovanni Alessio, trucidato nel 1944. Italiani che lottano per la democrazia

Nell’articolo di Simona Trabuccodedicato alle celebrazioni per la Festa della Liberazione, viene menzionata la presentazione del libro “L’angolo buio” di Marco Ruzzi a cura del Centro della Memoria.

Vai alla scheda di dettaglio

“Carte, scartoffie e vecchi fogli”. Direttrice dell’Archivio al convegno

Il Saviglianese dedica un articolo al convegno “Carte, scartoffie e vecchi fogli:un patrimonio da riconoscere e valorizzare” che si terrà, a Dronero, Venerdì 4 maggio presso il “Centro europeo Giovanni Giolitti per lo studio dello Stato”.                                          Tra i relatori ci sarà anche Silvia Olivero, la direttrice dell’Archivio storico di Savigliano.

Vai alla scheda di dettaglio

Serata ludica con il prototipo del gioco in scatola Prima Fermata: Savigliano

Giovedì 12 aprile, dalle 21.00 alle 23.00 presso il Centro della memoria – Polo archivistico saviglianese, si potrà testare il prototipo del gioco in scatola Prima fermata: Savigliano, ambientato sulla Torino-Savigliano nella seconda metà dell’Ottocento e ideato dall’Archivio Storico Comunale.

Vi aspettiamo!

Vai alla scheda di dettaglio

La chiesa di San Filippo Neri

rubricaIlSaviglianese0197

Edificata nel 1692, la chiesa di San Filippo dei Padri dell’Oratorio fu sottoposta ad alterne vicende storiche. Chiusa nel 1855 in seguito alla Legge Siccardi, tutti i suoi beni vennero messi all’asta ed il monumentale altare maggiore posto nel Santuario di Cussanio. Per lungo tempo fu adibita a magazzino comunale. In occasione dell’inaugurazione del monumento al Generale Arimondi, alla presenza di Umberto I, in quei locali venne allestito un banchetto con 300 invitati. Riaperta al culto nel 1901, grazie al Canonico Allasia, fu punto di riferimento per la gioventù studiosa saviglianese e dimora a Santuario della Vergine del Rosario Patrona Principale di Savigliano.
La cartolina del 1939 presenta l’interno della chiesa.

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Il 1900

rubricaIlSaviglianese0195

All’inizio dell’anno esplose in Cina una rivolta antioccidentale organizzata dalla setta xenofoba dei Boxer. Le potenze occidentali, per tutelare i propri interessi politico-economici, inviarono forti contingenti militari prendendo a pretesto alcuni gravi episodi come l’uccisione di stranieri, le fucilazioni in massa di cinesi convertiti al Cristianesimo e l’assedio alle ambasciate a Pechino.
Il 29 luglio l’anarchico Gaetano Bresci assassinò Umberto I.
La Domenica del Corriere del 28 ottobre dedicò la sua copertina al concittadino Giovanni Schiaparelli, che dopo quarant’anni lascio l’incarico di direttore dell’Osservatorio di Brera a Milano.
A Savigliano era sindaco il dottor Giovanni Baralis.
Il Saviglianese riportò notizia della riapertura al culto della chiesa di San Filippo; sulla facciata della sua casa natale venne posta una lapide in ricordo del deputato Stefano Lausetti.
Ecco in fotografia la leva di quell’anno.

Vai alla scheda di dettaglio

Tratto di via S. Andrea

rubricaIlSaviglianese0194

Questa cartolina del 26 luglio 1929 presenta il tratto di strada che da Pietro Santarosa porta alla parrocchia di S. Andrea.
A sinistra, in primo piano, la casa della famiglia Marcarino, poi quella dai piccoli portici, dove le sorelle Calligaris tenevano a pensione studenti ed impiegati. A destra, parte dei palazzi Villa e Santarosa fatti erigere dalla principessa Isabella di Savoia. In primo piano, la casa natale del poeta Meo Capra, abbattuta negli anni Sessanta del secolo scorso. In posa alcuni ragazzi all’imbocco di via Pietro Santarosa: via che portava ai “giardini di foss” delle sorelle Giraudo, dove i saviglianesi si recavano ad acquistare fiori e verdure.

Vai alla scheda di dettaglio

Sfilata di carri

270.jpg

Sfilata di carri a tema agricolo: trattore e banda musicale

Vai alla scheda di dettaglio

Processione in Savigliano

207.jpg

Processione in via Sant’Andrea in transito davanti a palazzo Santa Rosa. Riconoscibili una delle patronesse (Teresa Monasterolo) e alcuni prelati (don Francone, priore di San Pietro, e il pievano don Marengo)

Vai alla scheda di dettaglio

Il 1900

rubricaIlSaviglianese0195

All’inizio dell’anno esplose in Cina una rivolta antioccidentale organizzata dalla setta xenofoba dei Boxer. Le potenze occidentali, per tutelare i propri interessi politico-economici, inviarono forti contingenti militari prendendo a pretesto alcuni gravi episodi come l’uccisione di stranieri, le fucilazioni in massa di cinesi convertiti al Cristianesimo e l’assedio alle ambasciate a Pechino.
Il 29 luglio l’anarchico Gaetano Bresci assassinò Umberto I.
La Domenica del Corriere del 28 ottobre dedicò la sua copertina al concittadino Giovanni Schiaparelli, che dopo quarant’anni lascio l’incarico di direttore dell’Osservatorio di Brera a Milano.
A Savigliano era sindaco il dottor Giovanni Baralis.
Il Saviglianese riportò notizia della riapertura al culto della chiesa di San Filippo; sulla facciata della sua casa natale venne posta una lapide in ricordo del deputato Stefano Lausetti.
Ecco in fotografia la leva di quell’anno.

Vai alla scheda di dettaglio

Tratto di via S. Andrea

rubricaIlSaviglianese0194

Questa cartolina del 26 luglio 1929 presenta il tratto di strada che da Pietro Santarosa porta alla parrocchia di S. Andrea.
A sinistra, in primo piano, la casa della famiglia Marcarino, poi quella dai piccoli portici, dove le sorelle Calligaris tenevano a pensione studenti ed impiegati. A destra, parte dei palazzi Villa e Santarosa fatti erigere dalla principessa Isabella di Savoia. In primo piano, la casa natale del poeta Meo Capra, abbattuta negli anni Sessanta del secolo scorso. In posa alcuni ragazzi all’imbocco di via Pietro Santarosa: via che portava ai “giardini di foss” delle sorelle Giraudo, dove i saviglianesi si recavano ad acquistare fiori e verdure.

Vai alla scheda di dettaglio

Sfilata di carri

270.jpg

Sfilata di carri a tema agricolo: trattore e banda musicale

Vai alla scheda di dettaglio

Processione in Savigliano

207.jpg

Processione in via Sant’Andrea in transito davanti a palazzo Santa Rosa. Riconoscibili una delle patronesse (Teresa Monasterolo) e alcuni prelati (don Francone, priore di San Pietro, e il pievano don Marengo)

Vai alla scheda di dettaglio

Punto di interesse multiplo

Palazzo Cravetta

rubricaIlSaviglianese0192

Palazzo Muratori Cravetta sorge lungo “Contrada Jerusalem” un tempo nota come la Contrada dipinta, per le numerose facciate affrescate, che facevano da sfondo alle processioni tra la Collegiata di S. Andrea e la Chiesa di San Domenico.
La trasformazione dell’edificio nella forma attuale fu intrapresa nel 1593 da Giovanni Francesco I Cravetta, primo Presidente del Senato ducale, e conclusa dal nipote Giovanni Francesco II.
La cartolina riproduce l’interno del palazzo nel 1932.

Vai alla scheda di dettaglio

Umberto e Maria José a Savigliano

1108.jpg

La foto ritrae la figlioletta del Direttore della Cassa di Risparmio Decimo Gullino, mentre declama la poesia rivolta alle sue altezze Umberto e Maria José nel giardino di palazzo Cravetta il 21 settembre 1930.

Vai alla scheda di dettaglio

Antico Palazzo dei Conti di Cravetta di Villanovetta

558.jpg

Facciata interna del palazzo progettettato dall’architetteto Ercole Negri di San Front, appartenuto alle famiglie dei Tapparelli e dei Muratori e in cui morìil 26 luglio del 1630 il Duca Carlo Emanuele I di Savoia

Vai alla scheda di dettaglio

Palazzo Muratori Cravetta

479.jpg

Interno di una stanza riccamente decorata con stucchi

Vai alla scheda di dettaglio

Palazzo Muratori Cravetta

474.jpg

Coro ligneo

Vai alla scheda di dettaglio

Palazzo Muratori Cravetta

475.jpg

Lapidi commerative in marmo (in particolare a “Davide Calandra”

Vai alla scheda di dettaglio