Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Filippo Saraceno di Tor di Bormida e Bergolo nacque a Torino nel 1831. Laureatosi in Legge attese alla pratica legale nello Studio Gustavo Paroletti e fu poi addetto all’ufficio dell’Avvocatura dei Poveri ed in seguito all’Archivio di Stato. Dall’unione con Enrichetta Gianazzo di Pamparato nacquero Carlo ed Emilia. Uomo di grande cultura, autore di scritti e saggi storici, diede alle stampe una biografia del cugino Pietro di Santa Rosa. Nella sua tenuta del “Bosco del Ghè” in San Salvatore usava trascorrere periodi di studio e di riposo, dove dopo breve malattia lo colse la morte nel 1893. La sua salma riposa nella cappella di famiglia nel cimitero del piccolo borgo di San Salvatore.

 

Il testo è tratto dalla rubrica “Scorci e personaggi ‘dla veja Savian” de “Il Saviglianese”, pubblicato in data 14/04/2021.


Titolo originale: Il Conte Filippo Saraceno
Datazione: 1831 - 1893
Archivio privato Mondino, pubblicato da Il Saviglianese in data 14/04/2021
Argomento: Individuo e società ; Cultura e arte